Cronaca/Giustizia/Interno

Avvocato, 74 anni: in cella per l’effetto retroattivo della legge spazzacorrotti

Età: 74 anni. Pena da scontare: 3 anni e 2 mesi. Reato per il quale è stata emessa la condanna: corruzione in atti giudiziari. Seppure in modo non perfettamente sovrapponibile, i dati appena messi in fila richiamano casi come quello di Roberto Formigoni. O di altri condannati con sentenza definitiva che, con l’entrata in vigore della legge spazzacorrotti, hanno visto improvvisamente dissolversi la possibilità di accedere a misure alternative al carcere. Stavolta il condannato in questione è un avvocato: si tratta di Marco Siniscalco, professionista molto conosciuto a Salerno, città in cui è stato anche consigliere comunale. È in carcere da oltre un mese e mezzo. Anche se ha 74 anni. L’ultima riforma anticorruzione ha precluso infatti anche agli ultrasettantenni la possibilità di accedere alle misure alternative al carcere. Così come Formigoni a maggior ragione dopo l’esito dell’incidente di esecuzione dovrà attendere in una cella a Bollate di essere ascoltato dal giudice di sorveglianza per convincerlo del proprio “pentimento”, così l’avvocato Siniscalco è ora recluso nel penitenziario salernitano di Fuorni e potrebbe doverci restare almeno per qualche mese, in attesa che la sua istanza di concessione dei domiciliari sia valutata dal Tribunale, anche in base a sue eventuali professioni di ravvedimento morale. È l’ennesima beffa provocata dall’ultima legge sulla corruzione, voluta fortemente dalla maggioranza e in particolare dal Movimento cinquestelle. La vicenda di Siniscalco è esemplare e ha scosso l’avvocatura salernitana. Il caso dell’anziano collega, finito in galera per gli effetti retroattivi delle nuove norme, è oggetto di discussione nei palazzi di giustizia e sui social network.Soprattutto considerato che quando a giugno scorso la condanna del professionista campano era divenuta definitiva, non sussistevano dubbi sulla possibilità di ottenere la misura alternativa alla detenzione inframuraria. «La pronuncia con cui la Cassazione aveva detto l’ultima parola sulla vicenda processuale di Siniscalco risale al giugno dell’anno scorso, e inizialmente la Procura generale competente, quella di Napoli, aveva emesso un ordine di esecuzione sospeso, in cui era lasciata al condannato la possibilità di chiedere la misura alternativa», spiega il penalista Francesco Dustin Grancagnolo, che ha assunto la difesa del collega 74enne insieme con il professor Gustavo Pansini. «La detenzione domiciliare sarebbe stata senz’altro concessa, considerata l’età anagrafica. Poi è avvenuto quello che si verifica ormai in molti uffici giudiziari italiani da quando, lo scorso 31 gennaio, è entrata in vigore la legge spazzacorrotti: dal momento che il Tribunale di sorveglianza non si era ancora pronunciato sulla richiesta di misura alternativa, la stessa Procura generale ha revocato il precedente ordine di esecuzione e ne ha emesso uno nuovo che non consente di chiederla.Sappiamo che lo scorso 20 marzo la Cassazione ha emesso una sentenza, la 12541, in cui riconosce la possibile illegittimità costituzionale delle nuove norme sull’esecuzione delle condanne per reati contro la pubblica amministrazione. Pochi giorni prima, insieme con il professor Pansini ci eravamo mossi esattamente in quella direzione, con un incidente di esecuzione nell’ambito del quale porremo appunto la questione di costituzionalità: la spazzacorrotti non dovrebbe potersi applicare in forma retroattiva, vale a dire per reati commessi molti anni prima della sua entrata in vigore». Come suggerisce, appunto, anche la Suprema corte,

8 thoughts on “Avvocato, 74 anni: in cella per l’effetto retroattivo della legge spazzacorrotti

  1. Si vede che è un giornale di berlusconi, sempre dalla parte dei ladri e dei corruttori, a contro gli interessi degli onesti. Ecchissene se ha oltre 70 anni? cos’è, prima e dopo una certa età c’è libertà di delinquere? ma stiamo scherzando? Allora tutti i pensionati e gli under 14 a far rapine, tanto mal che vada paga pantalone.

  2. Ma per l’amor del cielo, i corrotti Han vissuto una stagione lunghissima di vacche grasse, ora che finalmente, grazie ai 5S, per questo odiatissimi dalla Casta, si è messo un freno, arrivano i soliti garantisti salva corrotti. Pollice verso all’ennesima potenza

  3. ma chisseiii…? lanci strali contro leggi sacrosante che, finalmente, fanno andare in galera i colletti bianchi che delinquono e, dalla vergogna, neanche ti firmi…???
    e, poi, che che ne dica la sentenza 12541. forse avresti dovuto citare anche quelle che asseriscono che la “spazzacorrotti” non modifica le “pene afflittive” ma il tipo di applicazione che se ne deve fare (escludendo, appunto, che i corrotti – in questo caso – possano scontare la pena con misure alternative al carcere!). semplificando: la retroattività della legge “spazzacorrotti” non centra na beata cippa col procedimento penale e la conseguente tipologia di sanzione penale da apppicare…!!!

    • Il risarcimento per tale REATO di TENTATO OMICIDIO PRETERINTENZIONALE DANNEGGIANDO L’INTERVENTO DI NEUROCHIRURGIA FRANCESE costato 800.000 Euro oggi riscontra danni per CORRUZIONE per una cifra che si raggira su 15.000.000 di Euro perché la PATOLOGIA NEUROLOGICA non è più operare a causa dei pugni alla TESTA subiti mentire ho perso coscienza durante le crisi epilettiche PSICONOTORIE, i magistrati CORROTTI COMUNISTI dell’associazione MAFIOSA d PADOVA VENEZIA e VICENZA continuano a tenere nascosto il FASCICOLO DI MEDICINA scritto dai POLICLINICI dal 1984 che dimostra le RINSONANZE MAGNETICHE ED ESAMI ESEGUITI DA OGNI POLICLINICO PER INTERVENIRE FARMACOLOGICAMENTE E NEUROCHIRURGICAMENTE per curare la malattia NEUROLOGICA.

  4. A proposito della Corte di Cassazione, potreste commentare la sentenza della Cass. civ. n. 15293/2001 con la quale fu dichiarata legittima la riduzione della pensione a cinque ferrovieri in forza di una norma inesistente? E la n. 4499/2007 che, dopo aver violato il giudicato della precedente Cassazione n. 13937/2002, dichiarava “sorretta da una motivazione puntuale, completa e convincente” la sentenza della Corte d’Appello che aveva ritenuto “di condividere pienamente gli argomenti svolti” dalla precedente sentenza del Tribunale, annullata perché “non sorretta da alcuna motivazione”?

  5. Il consiglio SUPERIORE DELLA MAGISTRATURA di MESSINA aveva avvisato il magistrato BENEDETTO MANLIO ROBERTI di Padova di non commettere altre IPOTESI DI REATO e invece il magistrato CORROTTO di PADOVA a pagato i CARABINIERI dem TRIBUNALE di PADOVA per commettere il REATO di TENTATO OMICIDIO PRETERINTENZIONALE DANNEGGIANDO L’INTERVENTO DI NEUROCHIRURGIA FRANCESE costato 800.000 Euro arrestando TUMIATTI NICOLA residente a Padova via Enrico Tazzoli 14 colpendo il PAZIENTE del POLICLINICO DE LA TIMONE DI MARSEILLE affetto da EPILESSIA PATOLOGIA NEUROLOGICA DAL 1884 nascondendo il FASCICOLO per ordinare dei genitori TUMIATTI GIULIO E FORZA LAURA RESIDENTI AD ARIANO NEL POLESINE ROVIGO che hanno pagato la MAFIA per UCCIDERE il figlio TUMUATTI NICOLA per odio che soffre dell’epilessia MALATTIA NEUROLOGICA

  6. L’ingiustizia continua a distruggere l’Italia e i criminali per soldi fanno di tutto, l’ingiustizia non ha faccia nel mondo COMUNISTA tutto continua lo scopo di LUCRO

  7. Ma è quel Marco Siniscalco che quando era consigliere comunale del PSI nel 1993, appena uscito dal carcere aiutò ad eleggere Vincenzo De Luca sindaco di Salerno? Che truffò e corruppe consiglieri comunali, si fece dare dei mutui non pagati e sperava in una prescrizione perchè sono passati 25anni dai fatti?
    Ok, ma allora lo mettevano dentro subito, a 48 anni e se la faceva al tempo la galera.
    Qualche esempio migliore di ingiustizia della pena (come ha detto Tonino B., la Cassazione ha detto che la retroattività del modo di scontare la pena è possibile. Si fa già per mafiosi, terroristi e pedofili)
    Ma per Marco Siniscalco o Formigoni no, loro rubano o delinquono e non vogliono andare in galera.
    Esticatsi?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.