Cronaca/Editoriali/Interno/Massimo Fini/Politica

Massimo Fini: “Magistratura corrotta, nazione infetta”

(Massimo Fini) – Delle sorde, sordide, lotte intestine che si sono scatenate fra le varie correnti del Csm e i magistrati a esse legati per accaparrarsi il posto di Procuratore capo di Roma lasciato libero un mese fa da Giuseppe Pignatone, che hanno a loro volta scoperchiato, come in una matrioska, altri fondi e sottofondi dello stesso genere per assicurarsi posizioni apicali nell’ordine giudiziario, col corollario di altissimi magistrati sospettati di essere disposti a vendersi per un anello da regalare alla moglie, per sbafare una vacanza in qualche località prestigiosa, e di frequentazioni equivoche, in questo caso non più sospettate ma documentate, con uomini politici, faccendieri, imprenditori indagati per gravi reati, insomma di questo guazzabuglio sinistro e quasi inestricabile abbiamo capito una sola cosa, quella scritta (Fatto, 31.5) da Gian Carlo Caselli, ex Procuratore della Repubblica di Torino fra i tanti incarichi che ha avuto, cioè che “l’impatto vero e tremendo” di questa storia grava “sull’indipendenza della Magistratura”. Noi, che non siamo magistrati né ex magistrati, e siamo quindi liberi da ogni riguardo di colleganza, diremo qualcosa di più: dalle notizie emerse in questi giorni, anche se fossero confermate solo in parte, si ricava che la Magistratura italiana, come ogni altro corpo del nostro Stato, è corrotta, con tutta probabilità anche penalmente, di sicuro moralmente. ‘Pecore nere’ ci possono essere ovunque, questo è ovvio, ma qui il dissesto morale, e forse anche penale, appare di sistema. E se anche si trattasse solo di sospetti bastano per incrinare la fiducia dei cittadini nella credibilità della Magistratura. E con una Magistratura ritenuta, a torto o a ragione, più a ragione, temiamo, che a torto, poco credibile, si minano alle radici le fondamenta stesse dello Stato e della democrazia.  In uno Stato di diritto la Magistratura è il massimo organo di garanzia di una corretta convivenza fra i cittadini, non lo è, benché sia capo del Csm, il Presidente della Repubblica che in quest’ambito ha di fatto solo un potere di ‘moral suasion’ che in un Paese come il nostro dove l’immoralità e la corruzione, nelle Istituzioni e non, sono dilaganti, lascia il tempo che trova. Se settori della Magistratura e singoli magistrati non agiscono per la difesa di quella legalità di cui dovrebbero essere gli integerrimi custodi, ma per fini propri diversi da quelli di giustizia, allora casca l’asino. Si rompe cioè il contratto sociale che dovrebbe tenerci insieme. Diventa anche patetico il disperato grido dei Cinque Stelle “legalità, legalità” se a violarla sono proprio quelli che dovrebbero assicurarla. E si rischia di dar ragione al mantra di Silvio Berlusconi che, coadiuvato dalla potenza di fuoco dei suoi media, ha sempre sostenuto, e tuttora sostiene, di essere stato e di essere vittima di una “magistratura politicizzata”. E allora avremo davvero toccato il fondo.

Massimo Fini

Il Fatto Quotidiano, 4 giugno 2019

10 thoughts on “Massimo Fini: “Magistratura corrotta, nazione infetta”

  1. il fondo è stato toccato da piu di 25 anni ! questo paese é allo sfascio a causa di tutti : magistratura che non indaga( porto delle nebbie) e giudici e magistrati comprati ,e politici corrotti e tutto il companatico di questi sciagurati corrotti che non paghi di un lavoro ben retribuito si avvalgono il diritto del potere : guadagnare il massimo fino a che la magistratura corrotta li manda in prescrizione grazie al porto delle nebbie! é per quello che tutti ambiscono alla procura di Roma ! é come giocare al miliardario ,diventi miliardario in un attimo ! questo paese non ha speranza ! sono anni che cercano di accaparrarsi il poco rimasto e senza vergogna , poiché sanno che rimarranno pieni di soldi ( all estero ) e impuniti dalla giustizia ! che schifo !

  2. Da tempo di parla della politicizzazione del CSM che poi si riduce a scambi di favori e poltrone.Ricordiamo tutti le accuse del presidente Cossiga al CSM ed all’ANM,un sindacato che interviene su qualsiasi tema e difende “a prescindere” qualsiasi magistrato in nome di prerogative che dovrebbero essere a garanzia della giustizia e dei cittadini ma che sono invece scudi personali dei giudici che sbagliano.Ricordiamo che gli accusatori di Enzo Tortora hanno tutti fatto carriera.Ricordiamo l’invasione nel campo della politica ed infine quella dell’amministrazione: i giudici sono in tutti i Ministeri soprattutto in quello della Giustizia dove rivestono le cariche più importanti.La sepazione gli ordini: politico,amministrativo e giudiziario è gravemente compromessa dai componenti di quest’ultimo che occupano anche spazi che non competono loro.La colpa è anche di alcune prese di posizione di parti politiche a favore del giustizialismo e dell’opinione pubblica che,dai tempi di “Mani pulite” ha visto nei giudici i sacerdoti della legalità contro gli imbrogli ed il malaffare.Fortunatamente questa opinione sta mutando, sempre più spesso infatti i cittadini si accorgono degli errori e delle carenze del sistema giustizia che non dipendono solo e sempre dalla carenza di uomini e mezzi,come per anni è stato detto e ripetuto. Infine non si può non ricordare come la responsabilità civile dei magistrati ,promossa a seguito di referendum indetto dai radicali, è stata vanificata dalla legge e come sia l’unico corpo dello stato in cui si fa carriera per anzianità senza demerito.

    • Credo che il tutto è cominciato proprio con la grande inchiesta di mani pulite, che purtroppo il popolino non ha visto le differenze di trattamento, Craxi ha accusato apertamente l’allora PCI, ma nessuna inchiesta è stata fatta, hanno deliberatamente perseguiti i due partiti del centro sinistra “PCI e DC” con la chiara speranza che il PCI andasse al Governo, ma visto che non ci sono riusciti hanno incominciata la crociata contro Silvio Berlusconi.

  3. Ma su Pignatone e la saggia comprovata scelta di designarlo procuratore capo a Roma nessuno ha avuto di dire nulla.
    cosa e successo dopo?

  4. Nelle Coscienze cortigiane suddivise nell’ambito più nobile dei cervelli si è inserita la cimice micidiale del YES, WE CAN ! Che fare ora ? Alzare le mani in segno d’attacco ritirandosi fino a provocare la Waterloo del Sistema oppure cedere alla Storica prassi italiana di salire sul carro del vincitore Partitico ? In entrambe le Soluzioni c’è un conto da pagare. Entrambi sono salati in termini di risultato. Io preferisco fare il Cincinnato, no pratico più il dovere di votare è tengo allenata la Zappa per ogni evenienza.

  5. LA CORRUZIONE ATTECCHISCE SOLTANTO LI DOVE IL “” SISTEMA “” OFFRE AMPI SPAZI DI ACCOGLIENZA E CUPE TENEBRE PER RIUSCIRE A TRAMARE OGNI COSA. NON HA MOLTA IMPORTANZA SAPERE SE I GIUDICI CORROTTI SONO DIECI O MILLE, PERCHE E’ PROPRIO GRAZIE A LORO CHE SIAMO RIUSCITI A COMPRENDERE CHE IN ITALIA, LA LEGGE NON SARA’ MAI E POI MAI , UGUALE PER TUTTI. E’ MEGLIO CHE CE NE FACCIAMO UNA RAGIONE PERCHE DOVRANNO PASSARE ANCORA MOLTI SECOLI, PRIMA CHE LE COSE CAMBINO.-

  6. Che la magistratura sia infetta è un fatto appalesato da tempo a causa di sentenze fasulle in cui i processi per reati penali si concludono con l’assoluzione degli imputati. Compravendita di sentenze nei processi tributari sono ormai storia vecchia. Urge cambiare il sistema: pulizia e calci in culo a chi si riscontra infetto.

  7. secondo me non si fa puluzia perchè a parte qualche mosca bianca sono tutti ricattati o ricattabili.

  8. Non solo a Roma ci sono i magistrati corrotti,ma anche in Venezia ci sono giudizi corrotti che fanno quello che gli dicono gli avvocati……Certe cose un giudice non le può fare ( come essere favorevole a fare interdire una persona,fare ritirare la carta d’identità,vietare un matrimonio ecc)E IO NON SO PIÙ COSA FARE CON QUESTA SITUAZIONE È DA UN ANNO CHE VADO AVANTI PER QUESTA STUPIDAGGINE

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.