Cronaca/Editoriali/Interno/Marco Travaglio/Politica

Le “perle” della settimana

(di Marco Travaglio – Il Fatto Quotidiano del 15 luglio 2019) – Sostituzione di persona. “Se evitiamo la procedura d’infrazione è perchè i nostri progetti di fatturazione elettronica e fisco digitale hanno portato altri 2,9 miliardi di euro salvando l’Italia” (Maria Elena Boschi, deputata Pd, 7.7). Delle due l’una: o per tre anni la Commissione Ue non se n’era accorta e poi l’ha scoperto giusto in extremis; oppure la Boschi si crede Conte. In ogni caso, c’è qualcuno da far visitare da uno bravo.

Creduloni. “Da ieri, nel Centro di Permanenza per i Rimpatri di Pian Del Lago, 72 ‘ospiti’ stanno facendo lo sciopero della fame in segno di protesta contro il loro trattenimento presso la struttura… Peggio per loro, vorrà dire che risparmiamo un po’ di soldi prima di espellerli” (Matteo Salvini, Lega, ministro dell’Interno, Twitter, 4.7). Il guaio è che alla frottola delle espulsioni immediate ci avevano creduto persino loro.

Fu®bini. “Mi permetto una domanda ai coraggiosi ‘colleghi’ (virgolette d’obbligo) del Fatto: avete fatto controllare ai vostri amici se io sono in regola con le bollette della luce?” (Federico Fubini, vicedirettore del Corriere della sera, cancellato nel lontano 2005 dall’Ordine dei giornalisti per morosità, Twitter, 10.7). Tesoro, le tue virgolette sono la nostra medaglia.

Lo stratega. “Del resto fui io a ottenere, con lo storico accordo di Pratica di Mare 2003, che la Russia si associasse all’Alleanza Atlantica ponendo fine a mezzo secolo di guerra fredda” (Silvio Berlusconi, presidente FI, intervistato da Alessandro Sallusti, il Giornale, 7.7). E niente, non c’è verso di trovare qualcuno che gli spieghi che la Russia non è mai entrata nella Nato.

Resipiscenza operosa. “Allarme ignoranza” (titolo di prima pagina, il Giornale, 11.7). Ah ecco, con comodo se n’è accorto persino Sallusti.

Lo storico. “L’Italia può e deve essere protagonista di una nuova stagione di multilateralismo sincero e concreto, perché non abbiamo una tradizione coloniale, non abbiamo sganciato bombe su nessuno e non abbiamo messo il cappio al collo di nessuna economia” (Manlio Di Stefano, M5S, sottosegretario agli Esteri, 5.7). Un caro saluto dalla Libia e dall’Etiopia.

Che due marò. “Qualcuno ha tradito i due marò italiani” (Giulio Terzi di Sant’Agata, ministro degli Esteri di Monti, Libero, 9.7). Furono i due pescatori indiani, suicidandosi apposta per far ricadere la colpa sui nostri marò.

S lurp/1. “Fiat ha 120 anni: come sta e cosa rappresenta?”, “Cosa vi distingue?”, “Eredità del passato e nuove sfide legate insieme, nel segno del cambiamento”, “Quanto conta l’equilibrio fra radici italiane e alleanze globali?”, “Nel suo recente intervento all’Amma, a Torino, ha tracciato un parallelo tra le origini di Fiat e quanto sta avvenendo ora nel settore auto. Perchè?”, “E poi c’è Pacifica Waymo. Le auto che si guidano da sole quanto cambieranno le nostre vite?”, “”Quali le conseguenze di tale impegno sull’innovazione?”, “In che senso?”, “Che cosa ha trasformato l’auto da un prodotto del Novecento in una frontiera del cambiamento tecnologico?”, “Che ruolo hanno i robot nel vostro sistema produttivo?”, “L’intelligenza artificiale che impatto è destinata a avere?”, “Perchè l’auto continua a incarnare, come a fine Ottocento, la trasformazione tecnologica?”, “Come sta ambiando l’azienda dal di dentro?” (le migliori domande di Maurizio Molinari, direttore de La Stampa, gruppo Fca-De Benedetti, a John Elkann, presidente del gruppo Fca, 11.7). Non bastassero le domande, ecco una risposta a caso di padron John: “La Pacifica è l’unica auto autonoma al mondo al momento funzionante, come ha documentato in esclusiva La Stampa poche settimane fa”. Magda tu mi adori? E allora vedi che la cosa è reciproca?

Slurp/2. “Salvini è un superfemminista. Crede nella parità tra uomo e donna al punto che tratta le donne alla pari, nel bene e nel male. Chiamando Carola ‘sbruffoncella’ l’ha elevata a interlocutrice politica, insomma le ha fatto un regalo” (Annalisa Chirico, Libero, 11.7). Lo dice sempre, lui, che la donna è la migliore amica dell’uomo.

Il titolo della settimana/1. “Soldi da Mosca, lite M5S-Lega” (il Messaggero, 11.7). Ah, ecco cos’è: non l’ennesimo scandalo della Lega, ma una lite con i 5Stelle. Chissà che ci credevamo.

Il titolo della settimana/2. “L’affaire russo fa litigare gli alleati. ‘La Lega chiese rubli’. ‘Quereliamo’” (Corriere della sera, 11.7). Querelate chi chiese rubli o chi non ve li ammollò?

Il titolo della settimana/3. “La sinistra nasconde i rubli. Il Pd attacca ma dimentica che Mosca ha sempre finanziato il Pd” (il Giornale, 12.7). Per non parlare della battaglia di Zama.

2 thoughts on “Le “perle” della settimana

  1. Oggi niente “Cazzaro Verde” per il marciolino…
    Qualcuno deve avergli spiegato, con un disegnino, che scrivere “Cazzaro Verde” 22(ventidue) volte in un cosiddetto articolo, non è bravura è IDIOZIA !!!

  2. A parte il FQ e la verità, la stampa italiana è sempre più carta straccia. Fubini poi, ha la faccia come orfini

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.