Cronaca/Editoriali/Interno/Vittorio Feltri

Vittorio Feltri: “Missione dei politici: salvare la poltrona, il resto conta poco”

(Vittorio Feltri – Libero quotidiano) – Non credo che la crisi di governo appassioni gli italiani, i quali non ne hanno compreso i motivi non perché siano scemi bensì perché i motivi in questione non esistono. Lega e M5S prima delle elezioni del marzo 2018 erano acerrimi nemici, non erano d’accordo su nulla, se bere il caffè liscio o corretto. Poi, si sa come vanno le cose in politica, i due gruppi, pur di non disperdere i loro consensi, si sono associati, per tirare a campare, sulla base di un contratto stravagante tipo quello che un tempo avveniva tra sensali di lenticchie.

E, tra una bega e l’altra, sono riusciti ad andare avanti oltre un anno. Non pensavo che la collaborazione proseguisse fino a ieri, che potesse durare così a  lungo. Infatti il bubbone è scoppiato e ora sarebbe velleitario tentare di incerottare le ferite. I grillini hanno in Parlamento il 33 per cento, più che sufficiente per menare il torrone.

Però abbisognano di una stampella allo scopo di riprendere il cammino governativo, cosicché si sono rivolti quali questuanti al Pd chiedendogli di sorreggerli, immemori che tra questi due partiti esiste da sempre una ruggine ineliminabile. Se essi fossero coerenti con la propria storia non si annuserebbero nemmeno, poiché però c’è di mezzo la sopravvivenza della legislatura, posti e indennità, lavorano alacremente nella illusione di scovare la scusa onde percorrere insieme un altro tratto di strada.

Naturalmente è una manfrina, benché nobilitata – si fa per dire – da discorsi programmatici e para ideologici. Io ti do questo e tu mi concedi quest’ altro. Un gioco teso a limitare la brutta figura che la casta ha rimediato. In sintesi, azzardiamo l’ ipotesi più probabile circa la chiusura della commedia in svolgimento: gli attori non si limitano a voler salvare la faccia, pretendono soprattutto di salvare la poltrona che sta loro a cuore assai più di ogni altra cosa, dignità compresa.

Recentemente infuriano le polemiche, le dichiarazioni di intenti, le promesse eccetera. Fumo negli occhi dei cittadini che assistono sgomenti al pandemonio in corso nei palazzi romani. Il finale mi pare scontato: avremo un nuovo esecutivo che – garantito al limone – farà rimpiangere quello vecchio. È sempre successo, succederà regolarmente.

5 thoughts on “Vittorio Feltri: “Missione dei politici: salvare la poltrona, il resto conta poco”

    • Molto vera nel caso del PD, soprattutto dei renziani. Se i 5s vanno col taglio parlamentari come prima cosa e evitare aumento IVA come seconda cosa, poltrona o no, preferirei questo a nuove elezioni. Il discorso poltrone tornerebbe d attualita per i 5s se si adeguano a PD per non far saltare il governo, e questo non sembra stia succedendo

  1. Ma perché nessuno ricorda che 5stelle e lega hanno condotto una campagna elettorale al vetriolo gli uni contro gli altri e poi si sono accordati con buoni risultati fino all incredibile autogol del Capitone!
    Feltri come sempre ha l Alzheimer quando gli conviene….

  2. A bellomioooo, con Salvini al governo sparavi meno cazzate, mo ti strizza il culo che ti piazziamo i negher in giardino eh?..

    La colpa di sto casino è del tuo amico salvini.
    Il giorno dopo aver fatto la grande Minchiata, ti sei precipitato in un editoriale a disconoscere, chi è costui?.. non lo conosco.

    Roba de mat,
    Adesso prendi pala e piccone fai un buco nella Lega e ci tiri fuori uno sano con cui parlare, altrimenti muto stai.

  3. UAhahahahah! Povero vecchio rincoglionito…Si permette di sparare cazzate a piacimento perché sa che nessuno ha i coglioni per sfancularlo alla grande. La cosiddetta informazione è troppo genuflessa a questi vecchi dinosauri servi del Sistema. I giornalisti degni di questo nome sanno che dovrebbero trovarsi un altro mestiere se sputtanassero lo schiavo del NanoMafiosoDiArcore. Quindi è perfino divertente pensare alla bile che deve ingoiare questo stronzo che offende il mondo intero pensando di rimanere impuniti a prescindere. Questo linguaggio triviale è l’unico che comprende, tanto vale scendere al suo livello e mandarlo bellamente affanculo!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.