Cronaca/Interno/Politica/Vittorio Feltri

Vittorio Feltri: “L’ennesimo imbroglio ai danni degli italiani che sognavano il voto”

(Vittorio Feltri – Libero Quotidiano) – Perfino i ciechi e i sordi, forse anche i deficienti, hanno capito l’ antifona: l’ erigendo governo obbedisce all’ esigenza di evitare elezioni anticipate che sotterrerebbero i grillini nell’ indifferenza se non nel disgusto. Essi si presentarono sulla scena politica al grido di vaffanculo e indossarono abiti virginali e ora sfoggiano le nudità delle escort. Sono disposti a tutto, addirittura a prostituirsi, pur di non perdere fettuccine di potere e indennità varie spettanti ai parlamentari. Niente di nuovo e molto di vecchio.

La convenienza ispira ogni mossa di questa gentarella avvinta come l’ edera ai palazzi della cuccagna. I cittadini onesti che sperano ancora si possa votare sono dei poveri illusi. Il capo dello Stato deve obbligatoriamente tenere conto che, secondo la Costituzione, ha il diritto di governare il gruppo di approfittatori che, mettendo insieme i cocci dei partiti, riesce ad esprimere una maggioranza, per quanto rivoltante e per nulla coesa. Infatti i leader continuano a litigare, non sui programmi da realizzare, bensì sulla spartizione degli incarichi che li arrapano per motivi di ingordigia.

Qualcuno, dicevo, spera in una rottura definitiva tra M5S e Pd e che Mattarella si scocci e sciolga le Camere. Sognare non è vietato, ma non vale la pena. Non è il popolo che può cambiare la realtà, è il popolo che ad essa deve adattarsi. E la realtà è che onorevoli e senatori sono affezionati al loro ruolo e piuttosto che andare a casa sono disposti a tutto, anche a rimediare una figura di merda.

I pentastellati fanno le bizze perché pretendono la conferma di Conte alla presidenza del Consiglio, mentre i dem insistono per avere un premier di maggior peso intellettuale, e non hanno torto.

Ma queste sono inezie, diversivi che saranno superati grazie alla smania di varare un esecutivo che castighi Salvini, condannandolo alla marginalità che lui stesso ha scelto in un impeto di stupidità tattica e strategica. Pur di far secco il capo della Lega, i suoi avversari ed ex soci sono pronti a strozzarsi con la cravatta. Buona morte a tutti. L’ importante è che gli italiani siano in grado di sopravvivere e di respingere con forza l’ ennesimo imbroglio di cui sono vittime innocenti.

11 thoughts on “Vittorio Feltri: “L’ennesimo imbroglio ai danni degli italiani che sognavano il voto”

  1. Certi giornali e certi giornalisti sembrano essere l’ennesimo imbroglio ai danni degli Italiani che sognavano la libertà di stampa.

  2. Viva Travaglio! Il solo e unico giornalista in Italia capace di dire le uniche cose sensate e di illuminarci su come stanno veramente le cose. Tutti gli altri giornalisti o presunti tal, obbedienti ai poteri forti, scrivono con l’unico scopo di disorientarci, anzi impedirci di sapere la realtà dei fatti. Propongo al nuovo governo appena si sarà insediato di emanare un DL con effetto immediato che abolisca tutti i giornaloni e giornalacci lasciando al solo Fatto Quotidiano il dovere e obbligo di fornirci la vera informazione. Se mi è permesso suggerirei a Travaglio di cambiare nome alla testata chiamandola LA VERITÀ è per non confonderla con un quasi omonimo quotidiano, editarla in caratteri cirillici.

    • Forse abolire i giornaloni è eccessivo. Ma che si tolgano aiuti all’editoria, comprata al 90% da lobbies e cosiddetti poteri forti, è sacrosanto. Il Fatto da sempre vive senza aiuti, per questo è uno dei pochissimi organi di comunicazione credibile

    • Magari sarebbe meglio un DL che introduca anche in Italia la figura dell’imprenditore editoriale puro, che ha interesse a vendere giornali e libri e non ad agevolare i propri interessi in politica ed in tanti altri settori dell’economia. Contemporaneamente abolirei il finanziamento pubblico ai giornali.
      Insomma, non impedire a qualcuno di scrivere ma fare in modo che chi scrive risponda soprattutto ai lettori.
      Nessun divieto a questo o quel giornalista, sono un sistema che spinga i giornalisti a non avere altro interesse che il proprio dovere.

  3. Infosannio mi piace molto ma non capisco perché postano gli editoriali di un vecchio giornalista che non ci sta più con la testa a causa di troppi anni di abusi. Mah!

  4. Il vecchiaccio tignoso si scorda che i penta stellati tanto abbarbicati alle poltrone rinunciano al 50% delle ricche prebende ritornandola allo Stato. Chi altro lo fa? Il Partito Disonesti forse?

  5. Ormai, per estensione paradigmatica si potrebbe, in italia fare film nelle aule dei tribunali, film nelle corsie degli ospedali film d’autore nella redazioni dei giornali e nelle aule universitarie, incrociate a storie umane film da immettere nel mercato globale, che comprerebbe, rispetto alla spazzatura bruciante dei cavernicoli umani che espletato le loro funzioni sessuali, a suon di uuu, haaaa,ohoh..fino alla fine. Auguri per gli incontri di stato.

  6. Non si possono incrociare terre o luoghi sacri senza bruciarsi. Domani a corsa a lavoro su ferri a motore, per mani grosse e callose unte di grasso per motore, arzigogolo scoppiettante. La pisana, cara figura emblematica della nostra storia, dove è? Può darsi che qualcuno non sappia rispondere, nel percorrere i lustri che ci hanno segnato nel DNA logico pro reattivo e nella configurazione mentale conseguente. I giganti fiorentini, contro i nani valdarnesi e contro gli odiati ribelli vassallo, valvassori e valvassini aretini al canto delle canzoni di pupo e del corteo di conigliette da bar. Dichiarazioni, Storia alla mano, degli sputi, che la sottoscritta ha tirato a Eros, annidano tra il cuore e la pancia.

  7. Gli Italiani (quali, poi?) possono sognare quello che je pare.
    Se poi arrivava qualcuno che toglieva cose come il reddito di cittadinanza et similia avrei voluto vedere che salti di gioia!
    Ovviamente i detrattori del reddito di cittadinanza diranno che sarebbe stato giusto eliminarlo perché è una misura che vizia il cittadino e che molti non la meritano.
    Li faccio riflettere sul fatto che esistono già ampie fasce di “reddito di cittadinanza” corrisposte in natura dallo Stato, alle quali ci si è abituati e che nessuna trova scandalose o controindicate perché entrate nella cultura comune di un Paese civile e avanzato (con tutte le sue angustie l’Italia ha uno dei dieci PIL più alti del mondo).
    Quali sono questi redditi di cittadinanza corrisposti in natura? Per esempio l’assistenza sanitaria e la scuola dell’obbligo. Eppure io potrei dire che alcuni sprecano i farmaci, o che possono mandarsi giù tutta la confezione di medicine e suicidarsi, o che conducono uno stile di vita poco corretto alimentandosi male e facendo una vita sedentaria. A qualcuno viene in mente di togliere il servizio sanitario? No, se mai si incazza quando deve pagare qualche ticket un po’ più alto o attendere per degli esami diagnostici.
    Per quanto riguarda la scuola dell’obbligo, a qualcuno viene in mente di abolirla perché ci sono gli studenti somari o che copiano i compiti? No. Anzi si incazza (giustamente) se bisogna portarsi la carta igienica da casa.
    I presunti parsimoniosi devono farsi una ragione del fatto che più un Paese diviene avanzato, più aumentano alcuni servizi che vengono considerati di base per la dignità umana.
    Per il reddito di cittadinanza parliamo di 780 euro (e neanche a tutti) dati su una carta. Non è che con una cifra del genere ci si sciali “immeritatamente” alla faccia di chi se li suda.
    Certo, se vuoi fare la vita di Briatore invece devi darti da fare non è che puoi pretendere che sia lo Stato a metterti in quella condizione.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.