Andrea Scanzi/Cronaca/Interno/Politica

Andrea Scanzi: “Perché, se proprio dovessi, voterei “sì”. Tra mille dubbi e pochi entusiasmi, ma voterei sì”

(Andrea Scanzi) – Quindi oggi è il gran giorno del voto Rousseau. Sto vivendo questo evento con la stessa attesa che mi genererebbe un monologo di filippofacci sulle mèches. Voi cosa votereste? Ed io? Uhm. Premessa: è inconcepibile che io possa anche solo pensare di iscrivermi a qualsivoglia forza politica: le trovo tutti distanti quando va bene e intrise di infimo liquame morale quando va male. Mai come adesso. “La politica è schifosa e fa male alla pelle”, come urlava Gaber. A giudicare dal voto osceno che salvò Jabba The Polenta sulla Diciotti, oltretutto, direi che la “base” (de che?) M5S non giustifica certo ottimismi indomiti. Sì vedrà in serata: la democrazia è sacra, uno vale uno, finché la barca va e bla bla bla.

Se – costretto a forza e minacciato da Crimi con le Crocs – fossi iscritto ai 5 Stelle e mi dovessi esprimere per forza su Rousseau, voterei “sì” all’accordo col Pd. Con miliardi di dubbi (molti più di quanti ne abbia Marco, per capirsi), il disgusto politico più totale per i renzi&marcucci e la certezza al 97% di fallimento entro un anno. L’entusiasmo è proprio altrove. Votare “no” sarebbe però addirittura peggio: significherebbe morire subito e di sicuro (al 178%) tra sevizie, torture e scuoiamenti. Tutti come tanti piccoli San Sebastiano, che però aveva più palle di noi. Se molti iscritti, in nome di un talebanismo goffamente pipparolo, vorranno consegnare il paese a quel Salvini che li ha presi per il culo 14 mesi di fila e li ha pure traditi ad agosto nella maniera più abietta e vile, facciano pure. Ognuno ha i masochismi che si merita (io preferisco il trampling). Del resto tali luminari, che ora fanno gli schifiltosi per i Delrio (bah) e le De Micheli (oh mamma mia), hanno una sorta di bizzarra tolleranza a singhiozzo, avendo sin qui sopportato con agio i fontana, siri e pillon. Mi permetto solo di dire che avere votato “sì” a Salvini & Derivati un anno fa e “no” a Zingaretti & Annessi adesso è moralmente abominevole e politicamente ghiozzo: ho visto gente a Norimberga processata per molto meno. Purtroppo certe beccacce hanno la visione politica dei dromedari unni morti.

C’è poi un aspetto fondamentale: fare aspettare Mattarella per il voto su Rousseau è una roba pie-to-sa. Una poracciata senza eguali. Spiegatemi: Conte (forse) fa il governo, il paese prova a ripartire tra mille difficoltà ma se 24mila talebani (cifra a caso, ma neanche tanto) cliccano “no” si fa saltare tutto e si va a votare, per consegnare il paese a Capitan Riflusso e alle sue Putrescenti Frattaglie Rancide? Ma stiamo scherzando? Dai ragazzi, su: è politica, non il circo scionco del poro schifoso.

10 thoughts on “Andrea Scanzi: “Perché, se proprio dovessi, voterei “sì”. Tra mille dubbi e pochi entusiasmi, ma voterei sì”

  1. Chi non è iscritto a Rousseau o chi è iscritto e non vota, si prende la responsabilità di non votare. E’ sempre così.
    Perché quando decidono i vertici di un partito, quantitativamente c’è più rappresentatività?

  2. E se c’è ne fosse mai stato bisogno ecco anche Scanzi ad appoggiare il si’. Ma state sereni, vinceranno ufficialmente i sì (manovrati da Casaleggio) anche se tutti votassero no, non avendo modo di verificare chi ha votato e cosa.

  3. ” si va a votare, per consegnare il paese a Capitan Riflusso e alle sue Putrescenti Frattaglie Rancide? Ma stiamo scherzando? “…cioè…ma veramente…è un pensiero..comune…da disadattati mentali… Quindi se si va a votare…diritto costituzionale…e vince, ammesso e non concesso, (con questa legge elettorale è impossibile!) Salvini…non va bene perchè gli italiani sono “coglioni” (di berlusconiana memoria) e non possono esprimersi e si continua con governi “ereditari” e “nobiliari”… Ahhhh..Andrea..annamo bbene!!! Grazie per la fiducia.. Berlusconizzato?

  4. Sono d’accordo, per me Lega e PD fanno ugualmente schifo. Ma il voto su Rousseau invece è importante, perché lì c’è il cuore del M5S e i parlamentari eletti sono loro portavoce, non dimentichiamolo. È tutta qui la vera differenza fra i partiti tradizionali e il M5S.

  5. O.K. Andrea.
    Tu sei, e non ti stanchi mai di ripetercelo, una mente talmente libera (ed eccelsa) che
    giammai sopporteresti un’etichetta politica di qualsivoglia genere appiccicata sulla spaziosa fronte.
    Sei fondatore, ed unico iscritto, del Partito Scanzista e, ça va sans dire, mai accetteresti
    di condividere con altri la militanza… l’abbiamo capito e possiamo anche apprezzarlo, ma piantala una buona volta di rammentarcelo… mica siamo tutti tonti!

  6. beh, questa specie di cerchiobottismo è davvero stucchevole, nonostante la distanza, l’infimo liquame morale dei partiti, nonostante i millemila miliardi di dubbi e il disgusto politico e bla bla bla, Scanzi voterebbe si, però, da gran paraculo quale è, mette le mani avanti, perchè sa bene che quando fra qualche mese, dovrà propinarci i suoi interminabili pipponi sull’operato del governo, potrà sempre dire, eh ma io ve l’avevo detto!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.