Cronaca/Europa/Giustizia/Interno

Corte Europea dei Diritti Umani: l’Italia deve riformare la legge sull’ergastolo

Ergastolo ostativo, l’Italia deve riformare la legge. Strasburgo conferma che il carcere duro per i mafiosi viola la Convenzione europea dei diritti dell’uomo

 

(lanotiziagiornale.it) – L’Italia deve riformare la legge sull’ergastolo ostativo, cioè il carcere a vita, che impedisce al condannato di usufruire di benefici e sconti sulla pena se non collabora con la giustizia. E’ quanto ha stabilito la Grand Chamber della Corte Europea dei Diritti Umani, respingendo la richiesta di un nuovo giudizio avanzata dal Governo italiano dopo la condanna – che adesso diventa definitiva – emessa dalla Cedu il 13 giugno scorso.

L’ergastolo ostativo in Italia è applicato per reati gravissimi, come l’associazione mafiosa o il terrorismo. Con la sentenza pronunciata a giugno dalla Cedu, che riguardava il caso di Marcello Viola, i giudici di Strasburgo avevano stabilito che la condanna al carcere a vita “irriducibile” inflitta al ricorrente viola l’articolo 3 della Convenzione Europea dei Diritti dell’uomo, e dunque il diritto a non essere sottoposti a trattamenti inumani e degradanti.

Viola, in carcere da trent’anni per associazione mafiosa, omicidio, rapimento e detenzione d’armi, si è finora rifiutato di collaborare con la giustizia e dunque gli sono stati negati i permessi premio e la libertà condizionale. Nella sentenza la Corte spiega che lo Stato non può imporre il carcere a vita ai condannati solo sulla base della loro decisione di non collaborare con la giustizia. I giudici di Strasburgo ritengono che “la non collaborazione” non implica necessariamente che il condannato non si sia pentito dei suoi atti, che sia ancora in contatto con le organizzazioni criminali, e che costituisca quindi un pericolo per la società.

7 thoughts on “Corte Europea dei Diritti Umani: l’Italia deve riformare la legge sull’ergastolo

  1. fossi in loro tutelerei i diritti umani di tutti i cittadini che andrebbero tutelati non rimettendo in societa’ dei sociopatici assassini, saro’ strano io.

  2. STRASBURGO FOTTITI . MAFIOSI STRAGISTI ASSASSINI, CON I LORO LEGULEI, TENTANO DI FAR EVADERE CON CAVILLI CAPZIOSI, ASSASSINI STRAGISTI CHE CON STRAGI EFFERATE HANNO TENTATO DI DISTRUGGERE LE ISTITUZIONI DEMOCRATICHE IN ITALIA, IL PARLAMENTO EUROPEO, CON INFILTRATI MAFIO MASSONICI, STANNO DISTRUGGENDO LA LEGALITA’ IN EUROPA CON DELIBERE COME QUESTA ODIERNA. NO ALL’ABOLAZIONE DEL 41 BIS ED ALL’ ERGASTOLO PER I MAFIOSI MAI PENTITI!! STRASBURGO FUCK!!

    • C’è una palese sottovalutazione del problema criminalità organizzata.
      Nessun Paese civile Europeo ha 4 mafie organizzate e strutturate anche fuori del territorio d’appartenenza.
      Non conoscono il problema a fondo e non capiscono che x i boss, la possibilità di avere contatti con l’esterno e magari tornare liberi anche parzialmente, è fondamenta le.
      La restrizione penalizza il potere ed i traffici oltre che alimentare guerre di successione.
      Ecco perché devono continuare a stare dentro e non godere dei benefici previsti x gli ergastoli non ostativi.
      Però è altrettanto paradossale che si possano dare permessi o sconti a coloro che si definiscono “pentiti”.
      Il pentimento è un fatto privato, intimo e non può essere oggetto di legislatura premiale.
      La collaborazione é altra cosa ma deve essere completa, comprovata e sopratutto deve avvenire in unica soluzione e non a gettoni.
      Resto comunque dell’avviso che è sbagliato concedere forti sconti ai collaboratori di giustizia, men che meno, concedere loro emolumenti.
      Basterebbe la non applicazione del 41 bis, migliori condizioni di reclusione e possibilità di lavoro interno alle strutture oltre che la protezione x i familiari.
      Basta ed avanza, parliamo di pluriomicidi, macchiatisi di reati efferati e stragi.
      Brusca docet, ma ve ne sono a bizzeffe!

  3. Su questa incomprensibile decisione della Corte Europea tre immediate considerazioni:
    1 – é una porcata contro il sistema giudiziario italiano e la battaglia contro le mafie;
    2 – lo spirito “sovranista” italiano viene esaltato e gli viene riconosciuto più che legittime e comprensibili richieste di autonomia rispetto a questo sovraorganismo chiamato “Unione Europea”;
    3 – forse hanno voluto farci pagare le esagerazioni antimigranti di Salvini.
    Non pensiamo per il momento a infiltrazioni mafiose negli organismi europei.

    • la 3 la escluderei. secondo me o sono incredibilmente ottusi e ignoranti, o chi ha preso la decisione e’ stato o pagato o minacciato da mafiosi.

      se e’ il primo caso, i liberali saranno cmq la morte della civilta’ e probabilmente della specie. sono il male della societa’ occidentale moderna.

      in qualunque specie animale che si rispetti, chi va contro la comunita’, se non viene ucciso viene quantomeno esiliato a vita.
      per la gente non rieducabile io credo sia molto piu’ civile la pena di morte. non vedo per quale motivo i contribuenti debbano pagare perantenere in vita degli psicopatici a meno che non ne derivi un vantaggio. se collabori hai salva la vita ma dalla prigione esci in ogni caso solo dentro una bara.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.