Cronaca/Interno/Politica/Vittorio Feltri

Vittorio Feltri: “Coloro che riscuotono il reddito di cittadinanza sono un branco di fessi”

(Vittorio Feltri – Libero quotidiano) – I poveri sono sempre esistiti ed esisteranno sempre. Le cause della miseria sono varie e nessuno riesce ad eliminarle. C’è chi non lavora poiché non trova un posto e chi non sa fare alcun mestiere pertanto ha difficoltà ad avere una occupazione. Al Nord il numero degli indigenti è di gran lunga inferiore rispetto al Sud per chiare ragioni: ci sono più imprese e le opportunità di ottenere un impiego sono superiori. Non ci vuole molto a capirlo. Ma rimane il fatto che è difficile stabilire chi è al verde non essendolo e chi lo è davvero e perché.

Quelli che sgobbano e percepiscono retribuzioni in nero risulta che abbiano le tasche vuote mentre in realtà le hanno piene. Quelli che viceversa non sanno fare un tubo è ovvio che versino in condizioni penose. Ma sono una minoranza di sfigati la quale non mi pare incida molto sulle statistiche degli affamati. In effetti coloro che riscuotono il reddito di cittadinanza di solito sono ragazzotti che non hanno voglia di fare alcunché e che noi manteniamo per pietà pur sapendo che essi sono un branco di fessi, nati stanchi, i quali non hanno studiato né si sono impegnati per diventare muratori o idraulici o falegnami, attività che consentirebbero loro, se fossero idonei a svolgerle, di guadagnare fior di quattrini e uscire così dal novero degli straccioni.

Lavorare stanca però non lavorare abbruttisce benché non impedisca di campare a sbafo dei genitori e parenti. Da anni seguo la cronaca quotidiana per motivi professionali e non mi è mai capitato di registrare una morte per inedia. Ogni tanto invero qualche clochard tira le cuoia perché dorme all’ addiaccio, tuttavia mi risulta che vari barboni preferiscano rimanere raminghi piuttosto che accettare un ricovero garantito dall’ assistenza pubblica. Ovvio che di tanto in tanto qualcuno di loro crepi.

Dispiace, ciononostante non è lecito violare la volontà di certi individui di cui ignoriamo la mentalità. Piuttosto penso che i poveri autentici, quelli che soffrono in silenzio e quindi non si calcolano, siano i vecchi, uomini e donne su di età che si arrabattano negli stenti, disponendo di pensioni vergognosamente basse, dovute alla circostanza che un tempo parecchi dipendenti non erano in regola con i contributi sociali, in quanto gli imprenditori per cupidigia non li versavano. Risparmiavano sulle spalle delle loro maestranze.

Cosicché oggi una moltitudine di anziani percepisce dalla Previdenza assegni inferiori a quanto loro dovuto. Insomma i poveri sono coloro che sono stati fregati dai padroni-ladroni, e non hanno chi li difenda. I vecchi sono abbandonati a se stessi e ce ne infischiamo se vanno al mercato per raccogliere a terra gli avanzi e gli scarti di chi acquista e consuma.

4 thoughts on “Vittorio Feltri: “Coloro che riscuotono il reddito di cittadinanza sono un branco di fessi”

  1. Se non fossi già ateo per conto mio smetterei di credere in un Dio che lascia vivere un
    simile abominio.

  2. Abominevole è chi si augura la dipartita di un altro essere, solo perché la pensa diversamente.
    Io auguro invece a Pieretto di ritrovare l’intelletto, ma è tanta roba, non ce la fa, non ce la fa.
    Inoltre io, da agnostico, mi domando:
    È concepibile l’esistenza di un Dio buono e giusto, che ha permesso l’esistenza di tanti Pieretti?
    Domanda delle 100 pistole, rigorosamente cariche e pronte all’uso. Hai visto mai che Dio, s’incazza e come uso’fare con i profanatori del tempio, si decide ad usarle con i Pieretti? 😁

  3. Le pensioni sono basse perché i soldi versati dai lavoratori sono stati male amministrate.Ci sono persone,tra cui tanti politici,che percepiscono pensioni altissime senza aver versato il dovuto.Ci sono figli,nipoti,cugini di politici che ricevono sospensione senza averne diritto.Ci sono tanti ex infermieri o ex insegnanti che con 19 anni sono andati in pensione a 40 anni.E i poveri Pantalone a pagare.Insomma la cattiva amministrazione sia di Inps che della nostra bella Italia,ci ha portato ad avere disparità:gente che ha lavorato anche 45 anni si becca 1000 euro al mese e gente che ha fatto un solo mandato politico cioe 5 anni,si becca il doppio!Esiste Dio?In terra sicuramente no,altrimenti non ci sarebbero certe ingiustizie!

  4. Ma vedi, quello dei vitalizi e pensioni d’oro è un falso problema.
    Il vero nodo sta nell’avere gestito tutto male. Pochi sanno, ad esempio, che l’INPS ha accorpato un carrozzone in deficit come l’Inpdap, che garantisce pensioni a veri invalidi ma anche a tantissimi truffatori.
    Se la gente è andata in pensione a 40 anni, la colpa è anche della gente.
    Se si è legiferato male, la colpa è anche di chi ha votato x quei legislatori. Ecc. Ecc.
    In questo Paese nessuno può dirsi innocente e verginello, più o meno tutti si sono approfittati di qualcosa.
    Si vota male da 70 anni e si continua a farlo, se non capiamo questo, facciamo solo chiacchiere.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.