Cronaca/Interno/Pietrangelo Buttafuoco/Politica

Spoiler

(Pietrangelo Buttafuoco) – Finirà così. Finirà che dopo le nomine più sostanziose Matteo Renzi farà cadere il governo, renderà impossibile la prosecuzione della legislatura, si andrà a votare, vincerà Matteo Salvini e il leader di Italia Viva se la godrà da leader dell’opposizione. Il sovranismo, al Governo, verrà immediatamente fatto oggetto di una devastante campagna internazionale di delegittimazione, per un anno – o poco meno – resisterà, quindi si tornerà a votare e così Renzi, con Savastano, potrà dire (come già dice ai suoi prospettando questo schema): “mo ce ripigliamm’ tutt’ chell che è ‘o nuost”.

11 thoughts on “Spoiler

  1. Finirà non è propriamente il verbo ne il tempo più appropriato, perché finire significa che qualcosa avrà termine, si estinguerà ; in questo triste caso sembra di assistere a un’eterna metempsicosi dell’anima politica di questo tempo, oggi incarnata in un corpo, domani in un altro in una catena infinita che ne sublima la sopravvivenza. Renzi ha dimostrato che la sua linea politica è la destabilizzazione introducendo di volta in volta mutazioni caratteriali per ogni assetto politico che non si configurava secondo la sua prospettiva; quindi se farà cadere il governo sarà per continuare la sua opera all’opposizione solo se ne intravede il vantaggio politico per se e i suoi accoliti. Fare e disfare per restare; oggi al governo domani all’ opposizione e poi di nuovo al governo in una staffetta dove la squadra che corre sembra una sola che di volta in volta si passa il testimone per dare un vago segno all’elettorato sempre più spaesato, ma che in realtà muove i suoi passi su altri piani lontani.

  2. Sono pochissime le quote rosa che partecipano alle discussioni anche postando commenti dopo aver letto gli articoli; ciò reca un segnale di allarme per quanto riguarda una possibile recessione sui diritti e sul suffragio universale, su cui qualcuno o qualcosa ha già affossato un artiglio; leggendo in qua e la non è difficile accorgersi della scomparsa dell’imago politico femminile, e forse è proprio questo vento che soffia a ritroso ad indurre le persone a stare lontani da un mondo che sembra non avere proprio più nessun pudore. Da un lato, l’assenza di un cospicuo numero di commenti rosa, porta a considerare la politica come una questione sporca e nauseabonda, come in effetti é, da cui tenersi lontane per non esserne infette, dall’altro vi è una considerazione di natura civile legata al ritorno di una politica per soli uomini come lo era prima dell’inserimento del suffragio universale. Quindi che una persona donna che s’interessa di politica o che fa politica divenire un bersaglio e un simbolo di moralità, tutt’altro che esemplare, racconta tra le righe diversi temi che, a loro volta, vengono oscurati e diretti da una propaganda assurda e dall’istigazione ad un immaginario collettivo che non prelude a niente di buono. La politica e quello che le persone percepiscono non sono distinti, la permeabilità dell’una si travasa nella seconda e viceversa. Poi se si viaggiava leggendo anche i giornali al posto dell’uncinetto come passa tempo è storia passata.

  3. Intanto, comincio con il dire che dietro un nick puoi celarsi chiunque, uomo o donna che sia.
    Poi, non penso che qualcuno proibisca alle donne di partecipare alle discussioni sui forum, evidentemente o non sono interessate o ritengono sia del tutto inutile, cosa che peraltro non ritengo del tutto errata.
    Se poi, si viene costantemente insultati e sbeffeggiati perché la si pensa diversamente, forse il quadro è completo.
    Nel merito del pezzo, deve concordare con l’autore, stante che dico e scrivo da decenni che questo Paese è ingovernabile ma per taluni lo è ancora maggiormente.
    Se oltre a dover contrastare con l’opposizione e ci sta, devi parare i colpi di una EU dissenziente, una Magistratura politicizzata, una Corte Costituzionale che stronca lo stroncabile, una stampa di parte, poteri forti interessati al proprio tornaconto, sindacati e quant’altro, si intuisce che nemmeno l’Onnipotente potrebbe farcela.
    A questo si aggiunga che non c’è maggiorana bulgara che tenga, gli esempi del passato si sprecano.
    Tra brame di potere, ricerca di poltrone, trasformismo, cialtronismo e voltagabbanismo, scusate gli ismi, chi governa, in un fiat, si ritrova più solo di Robinson Crusoe.
    Credo che l’alta percentuale di astensione dal voto e la disaffezione dalla Politica, siano causati anche da questa problematica.
    Ci si chiede, che senso ha recarsi alle urne, se il risultato è sempre lo stesso.
    Un Paese ingovernabile che affonda, in senso letterale ed in senso lato!

  4. Spero che sia così come dice lei: la partecipazione alle questioni pubbliche, che rimandano anche al valore di ciò che si considera privato, è fondamentale sia per avvalorare una cultura civica senza la quale saremmo all’Emilio di Rousseau, cioè in un mondo dove orde di individui lottano per accaparrarsi sia un territorio che una piazza e in parte questo è già realtà, sia per contestualizzare un quotidiano traducibile in formule economiche che recano vantaggio: lavorare per vivere e per guadagnare e non lavorare come schiavi per sopravvivere e anche quest’ultima proposizione la dice lunga. La rabbia dei cittadini sta proprio nel fatto di lavorare per sopravvivere senza più alcun margine per costruire un piccolo risparmio o per spendere le proprie risorse come ciascuno vuole. Ma banca Etruria è stato solo un incubo o è accaduto realmente che questi cialtroni si sono mangiati i risparmi di una vita di cittadini lavoratori senza neanche chiedere: scusa posso accedere ad una percentuale dei tuoi risparmi per comprarmi l’aereo e per volare a Taormina al G20?

  5. Il discorso è lungo e complesso.
    In parte mi trovo d’accordo con Lei, per altro ho qualche dubbio.
    Non lo prescrive il medico di andarsi ad impelagare in operazioni finanziarie o darsi al mercato borsistico.
    A maggior ragione se si è digiuni in materia e si deve fare ricorso ai consigli scellerati di soggetti poco raccomandabili per malafede od incompetenza.
    Se si vuole risparmiare senza rischiare e con un interesse anche minimo, si fa un buono fruttifero o si comprano titoli di stato.
    Detto questo, mi auguro che chi è stato ingannato recuperi quello che ha perso, mi limito a fare una considerazione personale sull’opportunità di rischiare i frutti di un sudato risparmio.
    Sull’impossibilità di lavorare per vivere e non sopravvivere, penso che già lavorare, oggi, costituisca un privilegio, stante l’enorme massa di disoccupati od occupati precariamente.
    Ma mi lasci dire che al di là di considerazioni di carattere filosofico😀, vi sono da fare due considerazioni:
    la prima è che l’introduzion della moneta unica ha provocato una diminuzione del potere d’ acquisto del 50%,in pratica 1euro=1000lire.
    La seconda, forse moralmente più importante, consiste nel fatto che sono aumentati in misura esponenziale i bisogni veri o presunti dei singoli e delle famiglie.
    Lei mi insegna che negli anni 50/60 con un solo reddito, si manteneva un’intera famiglia, spesso numerosa.
    Certamente, indietro non si torna, ma farsi qualche domanda sarebbe oltremodo salutare anche se forse non risolutivo!

    • Gentilissimo non la tedio oltremodo, ma molti sono, nel senso letterale del termine, incazzati neri e se personalmente non avessi ancora i genitori arriverei a fine mese boccheggiando come un pesce a saturnia!! Anche andare nelle città vicine ha ormai un costo che richiede altre rinuncie. Ma si può vivere così. All’urna dei Forti!!

  6. Lei non mi tedia affatto, avercene di persone a modo che non urlano, non rivolgono epiteti, non tentano di sfottere ecc..
    Capisco il Suo punto di vista, la vita quotidiana è diventata una fabbrica di stress e problemi pressoché irrisolvibili.
    Che posso dire? Ad maiora!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.