Cronaca/Interno/Pietrangelo Buttafuoco/Politica

L’arco sbilenco

(Pietrangelo Buttafuoco) – Governo contro Popolo. Dario Franceschini, il vero padrone del palazzo, nell’assenza conclamata di consenso fa dell’avversario un criminale. Evoca nientemeno l’immane porcheria che fu l’Arco costituzionale. Serviva al regime per escludere il Msi dal confronto civile. Solo Bettino Craxi disse no e quella di oggi sarebbe l’alleanza del TTS – Tutti-tranne-Salvini– per fronteggiare l’eventuale volontà popolare. Pur di continuare a campare, Franceschini sceglie la guerra civile. E comunque, un doveroso post scriptum ci vuole: fuori da quell’Arco, c’erano i Paolo Borsellino…

9 thoughts on “L’arco sbilenco

  1. È il Capitone che si è messo fuori dall’arco Costituzionale chiedendo i pieni poteri e sabotando il suo stesso governo….roba da sto altro che esclusioni dall’arco!

  2. Questo parallelismo tra il Capitone e Borsellino è offensiva per il secondo ed indice di scarsa lucidità.

  3. Un letterato come buttafuoco dovrebbe smetterla di avallare e riconoscere come legittima una destra che fa semplicemente ribrezzo (e non lo dice certo uno di sinistra)

  4. Mah, se non si è di sx, o si fa pura teoria o l’unica dx disponibile è questa e lo dice uno che nemmeno va a votare.
    La DX intellettuale alla quale appartengono i vari Buttafuoco, Veneziani,G.B.Guerri,Cardini,si tiene doverosamente lontana dall’agone politico e forse ha ragione, meglio non mischiarsi.
    Detto questo, Buttafuoco ha ragione, ho anche scritto che Franceschini rappresenta il peggio di una sx che già non brilla di suo. Uno dei più ideologizzati,spregiudicati e legato a concezioni morte e sepolte.
    Un Pietro Secchia in dodicesimo, senza apparato militare clandestino e senza aver visto una pistola se non in TV.
    Nemmeno a me piace tirare in ballo i morti, tra l’altro morti pure in malo modo, ma non vedo offese nei confronti del Magistrato Palermitano.
    Borsellino era nel FUAN, non lo conobbi allora perché era più grande di me,ma l’ho conosciuto successivamente per altri motivi e posso garantire che non era un uomo di sx,con la logica dell’arco costituzionale sarebbe stato ai margini della politica, può non piacere ma questo è.
    Infine non afferro il concetto espresso da chi sostiene che Salvini si è posto fuori, dal momento che ha mollato i 5s.
    Ergo,se rimaneva a braccetto con Di Maio, era un democratico doc con tanto di pedigree rilasciato magari dall’ANPI.
    Bizzarra ma sempre legittima teoria!

    • Un politico della sua fama prima di pronunciare “pieni poteri” avrebbe dovuto analizzare il significato di quelle parole in bocca al vicepremier e ministro dell’ interno ( che comanda forze armate)….delle due l’una: o è uno sprovveduto o è volutamente fuori dall’arco Costituzionale , ma in entrambi i casi è pericoloso in un paese democratico.
      P.s. alleanza con i grillini puramente strumentale ed opportunistica.

  5. Salvini non si pone fuori dall’arco costituzionale.

    Semplicemente, pratica il più becero populismo, che consiste nel cogliere ed esaltare i più bassi istinti del popolo.
    Lui non propone e non spiega le sue idee. Non ha bisogno di spiegarle.
    Finge di tenere per buone le idee che ha, mediamente, una grande minoranza di persone, soprattutto quelle ignoranti o con pregiudizi.

    Ripeto, Salvini non si pone fuori dall’arco costituzionale.
    Si pone fuori dall’onestà intellettuale e dal buon senso pratico.
    Tenerlo lontano dal governo della cosa pubblica è semplicemente il dovere di ogni persona sensata e responsabile, per il bene stesso anche di quelli che vorrebbero votare per lui.

    • Un politico della sua fama prima di pronunciare “pieni poteri” avrebbe dovuto analizzare il significato di quelle parole in bocca al vicepremier e ministro dell’ interno ( che comanda forze armate)….delle due l’una: o è uno sprovveduto o è volutamente fuori dall’arco Costituzionale , ma in entrambi i casi è pericoloso in un paese democratico.
      P.s. alleanza con i grillini puramente strumentale ed opportunistica.

  6. Salvini non fa politica. Semplicemente, parla, non agisce. Quando era al governo non ha fermato davvero gli immigrati clandestini, non ha rimpatriato i 600.000 illegali, non ha mandato a Roma i 280 Agenti di PS e Carabinieri in più che aveva promesso, la sua “legittima difesa” è all’acqua di rose. La sua politica è dichiarazioni, fumo, evanescenza, illusione. Non stupisce il suo successo pensando a quanto accaduto con Renzi oppure con Wanda Marchi e altri.

  7. Wanda Marchi? Satanassi rivestiti di pelle umana. Papen Satan aleppe. E il Cardinale Ruini dovrebbe essere messo in un razzo destinazione Uranio, non l’elemento ma il pianeta. Povera Terra.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.