Cronaca/Interno/Politica

Mes, la Lega scommette sulla crisi

Attaccare Conte, aprire a Di Maio. La strategia del segretario leghista

 

(di Alberto Maggi – affaritaliani.it) – Al di là delle dichiarazioni roboanti e ottime per la diretta televisiva e via social – come il “si vergogni” rivolto a Giuseppe Conte con cui ha concluso il suo intervento a Palazzo Madama – il senso politico del discorso di Matteo Salvini sul Mes è quello di tentare di far breccia nei parlamentari del Movimento 5 Stelle. Da un lato il leader leghista ha nuovamente sparato ad alzo zero sul presidente del Consiglio e sul ministro dell’Economia Roberto Gualtieri (“Uno di voi due mente”) dall’altro ha usato parole di grande apertura per i pentastellati. Qui il passaggio chiave dell’ex ministro dell’Interno: “Mi rivolgo agli amici dei 5 Stelle e dico che condivido le vostre richieste espresse alla Camera“.

Bastone e carota, anche perché – come rivela un big del Carroccio a Montecitorio – l’obiettivo è quello di far emergere i numerosi mal di pancia che ci sono tra i deputati e i senatori grillini. “Vediamo se davvero tirano fuori i coglioni, su questa cosa il governo rischia davvero”, afferma un parlamentare della Lega molto vicino a Salvini. Ecco perché Di Maio è stato molto freddo con Conte alla Camera, senza nemmeno salutarlo quando ha deciso di lasciare l’Aula. Ecco perché il ministro degli Esteri non era presente a Palazzo Madama nei banchi del governo. Ed ecco perché il leader dei 5 Stelle ha deciso di riunire ministri e sottosegretari pentastellati per “fare il punto della situazione”. Il tempo della mediazione è finito. O si sta con Gulatieri, Conte e l’Unione europea e si va avanti con il Mes o si sta con i sovranisti di Lega e FdI.

Lo spazio e il tempo per le mezze misure ormai sono quasi finiti. Ora si capisce bene perché nelle scorse settimane, facendo infuriare Giorgia Meloni, Salvini non ha mai chiuso definitivamente la porta al M5S e in particolare a Di Maio. Il segretario del Carroccio ha sempre detto “Mai con il M5S che sta con il Pd” e non “Mai con i 5 Stelle. Punto“. Una sottolissima differenza che oggi, alla luce del suo discorso a Palazzo Madama sul Mes, acquista un’enorme rilevanza. Anche perché tra i pentastellati non c’è solo il senatore Gianluigi Paragone ad avere forti dubbi sulla riforma del Fondo Salva-Stati. Pare che siano almeno 80-90 deputati e una quarantina di senatori che nutrono forti perplessità sulla possibilità di procedere così come chiede l’Ue.

A completare il senso della strategia di Salvini sono le parole del capogruppo alla Camera Riccardo Molinari, leghista stimato da tutti e sempre preciso nei suoi interventi: “O lei presidente (Conte, ndr) porta un documento in Aula e la maggioranza smentisce quanto votato lo scorso giugno, e M5S si prende la responsabilità votando e cambiando l’atto di indirizzo” approvato a giugno quando era in carica il governo gialloverde, oppure, “ma se così non sarà, e conoscono l’orientamento del Movimento, dimostri di avere a cuore la Costituzione e se ha intenzione di votare il fondo salva-stati vada da chi è veramente garante della Costituzione e rassegni immediatamente le dimissioni perché il governo non ha rispettato il mandato parlamentare, dimostri che le sta veramente a cuore la Costituzione e che non le interessa solo mantenere la sua poltrona da premier”. Sparare sul premier, tendere la mano a Di Maio. Ecco la chiave dell’intervento di Salvini.

19 thoughts on “Mes, la Lega scommette sulla crisi

  1. Nessuno si fida del cazzaro verdognolo e della sua congrega di inquisiti seccessionisti anti europeisti par suo.

    • Oggi il Capitone ha preso un altrs lezione di educazione civica….ma non si vergogna a farsi bistrattare così in Eurovisione?
      E non ha reagito bene…..

      • Ahahahahahahah……….
        Da scompiscio, questi scemi di guerra in tempo di pace.

  2. Un patetico azzeccagarbugli bugiardo ed in malafede.
    Il movimento lo ha pisteggiato, cretinetti che non siete altro.

      • Avete tutti la sindrome dell’ultras!
        Quantomeno i tifosi della Juventus hanno risposto con una standing ovation all’Eurogoal di Ronaldo in finale di Champions….ma lì erano gli occhi a giudicare, qui ci andrebbe il cervello e voi evidentemente siete lobotomizzati!
        Conte un Fuoriclasse,Salvino un raccattapalle!

  3. Non c’è niente da fare.
    I 5s sono inaffidabili. Le loro radici populiste continuano a trascinarli nel baratro: mesi di proteste e urli beceri contro l’Europa non si possono cancellare in meno di 2 anni di governo.

    E l’atteggiamento di Di Maio lo dimostra.

    Pervicacemente, i 5s difendono il loro essere partito “post ideologico”. Ne destra, ne sinistra. Ne Sovranisti, ne Europeisti.

    Target: far girare le palle a tutti.

    Così non si va da nessuna parte. Tanto vale lasciar perdere: fino a che i 5s non avranno deciso, questo governo non riuscirà a fare nulla di buono.

    Aveva ragione Calenda.

    • Dai ragione a Calenda??!! Sei l’unico…non se la da neppure lui!( vedi Crozza e ti colpisci dalle risate).
      Il Mes così come sta andando ad approvazione riequilibra le forze in Europa non ne aumenta il potere.
      Studia il testo non la propaganda.

      • …”dà”, non “da”: somarello! Studia il testo (di grammatica) non la propaganda… PS: a proposito di “ti incarti in frasi senza senso compiuto”: “vedi Crozza e ti colpisci dalle risate”, non è per niente male!

  4. …”dà”, non “da”: somarello! Studia il testo (di grammatica) non la propaganda… PS: a proposito di “ti incarti in frasi senza senso compiuto”: “vedi Crozza e ti colpisci dalle risate”, non è per niente male!

    • È evidente il correttore di scrittura, ignorante! Io commento mentre lavoro non sono un parassita come te che hai il tempo di rileggere e rielaborare i tuoi scritti…correggi gli errori ortografici ed incasini la sintassi…. tipico dei temi scolastici da scolaretto!

      • Ah, tu commenti nell’orario di lavoro e non saresti un parassita? E, su quale pianeta vige tale ineluttabile logica? Quello del Bianconiglio e la sua banda?

      • “…non sono un parassita come te che HAI (sic!) il tempo di rileggere…”… e ci risiamo! “parassita” (soggetto, terza persona singolare); “come te” (complemento oggetto), ergo “non sono un parassita come te che HA il tempo di rileggere…” e si vede! Fare due cose alla volta, non è da tutti e sicuramente non fa per te!

  5. Francese, sei proprio un pirla.
    Non riesci a capire che non bisogna per forza essere seguaci di qualcuno per contestare qualche altro.
    Salvini è la tua ossessione, non la mia.
    Io a differenza di te, che ripeti quello che dice l’avvocaticchio, penso con la mia testa.
    Che il Mes era una ciofeca l’ho detto e scritto nel 2012/2013,su the front page.
    Tu a quell’epoca leggevi Diabolik, forse. 😁

    • Il Gatto e la Volpe fanno di nuovo comunella! Ah ah ah!…che non sia la stessa persona visto che si cela dietro nickname?

      • Argomenti inconfutabili: ah ah ah!… Se penso che ho dato le preferenze allo stesso partito che hanno votato quelli come te, mi vengono i brividi…

      • Gatto, errare è umano. Perseverare……..
        Vorrei chiedere a Mimmo, qual è il problema dei nick name.
        Mica siamo dal notaio e comunque chi ci assicura che il suo, sia veramente il nome vero.
        Ma temo si arrabbi, per ora è particolarmente suscettibile, l’avvocaticchio ha i giorni
        contati.

      • Mettiamo in chiaro una cosa NEMESI: non penso tu abbia difficoltà a credere che io non sia così ingenuo da commettere errori (ed orrori) di questo tipo… Dopo un ventennale digiuno elettorale, nel quale avrei votato pure Mefistofele se si fosse proposto per scalzare tutta la masnada partitica dell’emiciclo di allora, mi è sembrato che i 5S fossero, non certo perfetti, ma almeno gli unici che potevano servire allo scopo; e, comunque, senz’altro meno pericolosi del primo, non avendo almeno pretese di avere l’anima in cambio. Poi mi sono accorto del perché: anche l’avessero voluto, non avrebbero potuto averla, in quanto assente nella maggior parte dei loro elettori e tra gli eletti stessi, veri e proprî “golem”, ai quali se gli cancelli dalla fronte la “S” di stelle cadono a terra tramortiti! Da qui, la disintossicazione è stata non solo doverosa, ma soprattutto facilissima. Diciamo che, in sintesi, si può descrivere in questo modo: “Sbagliare”, per me, è stato diabolico; umano, invece, sarebbe stato il perseverare!

  6. Non ti arrabbiare, scherzavo.
    Comunque,scherzi a parte, non riesco a farmi incantare da nessuno.
    Mai provato fiducia in qualcuno, sarò disincantato, scettico, non lo so, fai tu!
    Trovo veramente assurdo il furore agonistico che riscontro nei partecipanti a questo blog.
    Mi sembrano alieni, veramente non li capisco!
    Mi sembrano più fanatici dei cristiani che scendevano nell’arena facendosi sbranare dai leoni.
    Anche se onestamente, i Nostri mi sembrano meno stoici, non
    li vedo, stoicamente, affrontare belve feroci. 😁

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.