Cronaca/Interno/Pietrangelo Buttafuoco/Politica

Berlusconi ha vinto e s’è preso tutto: “Salvini e Renzi sono i suoi veri eredi”

(Pietrangelo Buttafuoco – Il Fatto Quotidiano) – La foto di Antonio Di Pietro ospite di Nicola Porro a Rete4 dice tutto ma proprio tutto: Silvio Berlusconi s’è preso, infatti, qualunque cosa.

Bianca Berlinguer cerca di avere in studio a Rai3 Barbara D’Urso, non riesce a scalfire le granitiche esclusive della star, e a Mediaset, giustamente compiaciuti dell’invito, dicono: “Abbiamo vinto”.

Stefano Balassone, nientemeno su Repubblica, con schiettezza e onestà segnala positivamente Porro da un lato e Barbara Palombelli dall’altro, rispettivamente conduttori di Quarta Repubblica e Stasera Italia, e si va così a smantellare l’egemonia de La7 sui talk di politica. La rete che fu di Emilio Fede diventa, infatti, anche con la nostra Veronica Gentili nel fine settimana, uno spazio di approfondimento da servizio pubblico, e adesso che l’uomo delle tivù, il fondatore di Forza Italia, il titolare dell’unico ismo politico fuori dal Novecento – il berlusconismo – se ne resta sullo sfondo, bisogna dirlo: la famosa somma che fa il totale è la sua.

Suo erede è Matteo Renzi, reclutato nella serra calda de La Ruota de la Fortuna, suo successore è Matteo Salvini che si presenta alla gara de Il Pranzo è servito. I Cinquestelle, sia come reazione a lui, sia come emulsione della sua stessa maionese – il pop, la rottura di ogni mediazione – sono debitori della sua irruzione in scena.

I giri di riscaldamento per poi giocare con il comico Beppe Grillo, gli italiani se li sono fatti con l’eccentrica discesa in campo di un impresario di spettacolo qual è Berlusconi e anche l’antiberlusconismo, manco a dirlo, non può che consegnarsi mani e piedi a lui per tirarla per le lunghe, finché dura.

Se ne sta appartato, il Cavaliere, e non ha più necessità di muoversi perché perfino Donald Trump c’è perché già c’è stato lui. Figurarsi se nel Regno Unito non può esserci oggi Boris Johnson, dichiaratosi a suo tempo suo ammiratore, e nella sua sequela ci sono gli imprenditori: l’immaginifico Diego Della Valle, quindi lo stesso suo acerrimo nemico, Carlo de Benedetti – che è quasi il suo Rockerduck, l’alter ego – e Urbano Cairo, infine, allievo sì ma nella beata nicchia dello chic: il Torino come squadra di calcio, la7 come tivù e il Corriere della Sera accuratamente narcotizzato per gli usi dell’establishment, del mainstream e del solito cucuzzaro.

Tutto e il contrario di tutto s’è preso, Berlusconi. La ragazza a suo tempo oltraggiata nei girotondi del ceto medio riflessivo – Mara Carfagna, simbolo della bellezza telegenica – è oggi venerata dagli stessi che nei loro sabba di lotta e di salotto ne facevano oggetto di una bestiale campagna sessista; dall’impresentabile all’autorevole il passo più che breve è intercambiabile, finalmente Carfagna è come dire una Marta Cartabia ma Berlusconi s’è preso tutto perché copre tutti i target: sull’animalismo c’è Michela Vittoria Brambilla col suo maialino, in tema di sardine c’è Francesca Pascale e la sua industria editoriale, la sua Mondadori, con la sua Einaudi – e chi più ne ha, più ne metta – foraggia tutte le mosche cocchiere del potere culturale.

Sta sullo sfondo, Berlusconi, ma non vuole saperne di perderne ancora di tempo con le vicende minute. Al congresso del PPE, a Belgrado, cade. Lo riportano immediatamente a casa per gli accertamenti con l’aereo suo, con tutti quelli intorno preoccupati di una frattura del femore, del piede, della caviglia e a un amico che gli domanda – “Presidente, cosa s’è rotto?” – annoiato e sfastidiato, Berlusconi risponde: “Ma cosa vuoi che mi sia rotto… mi sono rotto i cogl***!”.

9 thoughts on “Berlusconi ha vinto e s’è preso tutto: “Salvini e Renzi sono i suoi veri eredi”

  1. Siamo in clima Natalizio, quindi per essere gentili possiamo dire che il Delinquente Naturale ha fatto più male della grandine, ma il Bel Paese dimentica, dimentica molto in fretta, purtroppo.

    • Francamente proprio non riesco a capire.
      Eppure, su TUTTI i provvedimenti, le leggi e i tattati che hanno fottuto l’Italia
      c’è lo zampino del PD (e precedenti). Il PD ha governato in modo infame, più sempre, che QUASI SEMPRE, senza passare dalle urne.
      Ha svenduto (dal tempo delle Brigate Rosse al Partito delle molte Legion d’Onore) il futuro del Bel Paese a potenze straniere in cambio di posti di potere.
      Fino al 2011 TUTTI stavano bene o benino e oggi siamo con le pezze al culo.
      Dalla 4° potenza economica, siamo scivolati verso il terzo mondo.
      Berlusconi ha pagato caro il voler difendere l’autonomia italiana!
      Non penso che il problema sia la mancanza di memoria, ma piuttosto la dissonaza cognitiva in cui è caduta la sinistra e tutti quelli che l’hanno sempre votata.

  2. Ottimo articolo di P.B. La situazione è questa. Gli italioti ammiratori dei due M. ne sono compiaciuti. Bel mosaico di mafia e corruzione con mafiopoliticanti in parlamento, che sguazzano impuniti e felici in questo pantano. Molti li hanno votati, molti li ammirano e vorrebbero essere come loro, questo è l’insolubile problema che ci ha portati al fascismo per un ventennio, al berlusconismo per un’altro ventennio, grazie al craxismo, ed ora ci becchiamo il negazionista nazicazzaro verdognolo e seccessionista alla fine della lista.

    • Prendi un secchio, riempilo di acqua fredda e fatti un doccione.
      Hai urgente bisogno di ripigliarti.
      Scusa se non spreco parole per le scemenze che hai scritto, è che …
      … beh! dammi retta, fatti una doccia fredda e poi ne riparliamo.

      • Cercare di fare ragionare i ciechi ammiratori di costoro è inutile. Chi ammira non giudica è chiaro. I risultati sono in parlamento, i mafiopoliticanti non sono un meteorite piovuto dal cielo, chi li ha ammirati e poi votati ne è corresponsabile. Ad maiora.

      • Arrestato il presidente del Piemonte di Fratelli d’Italia…e vai con la mattanza

  3. Liebig é sempre cosa buona e giusta! Se sei un ladro ti taglio pure le mani , peccato che da noi non accadrà nulla andrà in prescrizione e il processo lo pagheranno i derubati con le tasse ( ammesso che tu le paghi !a me girano i cocones)

  4. Sono timorosa sulle sorti dell’Italia.
    Troppi cretini. Troppi opportunisti. Troppi delinquenti. Troppi rincoglioniti.
    Finché saranno così tanti, la nostra sarà una lotta eroica perché salterà fuori sempre il peggio.
    Ma, come diceva Emerson: “E’ impossibile, ma tenterò”.
    In fondo la storia ci svela che spesso è proprio l’impossibile, l’improbabile, l’inverosimile.. ad accadere, per la costanza indomita dei suoi promotori..

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.