Cronaca/Interno/Pietrangelo Buttafuoco/Politica

Fuori un ministro, dentro due mossa degna della Dc di Fanfani

(Pietrangelo Buttafuoco) – Ci volevano i M5S a far tornare la Dc. Togli uno e ne metti due. Questo ha fatto Giuseppi Conte. Una trovata, questa di separare l’istruzione, di Amintore Fanfani e poi perfezionata da Ciriaco De Mita quando al Ministero per la Ricerca e l’Università nominò Antonio Ruberti. D’altronde, si sa: il governo è nato per rimediare ai danni fatti da quello precedente. Presieduto da lui stesso va da sé – giusto un dettaglio – ma è il signor Conte lui. È uno ed è due. Ha tolto il sé per mettere se stesso.

La location è quella di Villa Madama tanto adorata dal Cav che vi faceva le conferenze del fine anno adesso toccato in sorte a Giuseppi Conte, un democristiano delle file remote pur sempre segnato dal berlusconismo o forse ben istruito da Rocco Casalino: coglie l’esatto orario dei due tg, 1 e 2, e ne approfitta per salutare i telespettatori. I giornalisti che fino a quando era un gialloverde – alleato con la Lega – lo schifavano, lo sfottevano per il curriculum, per la sua aria di uomo in Lebole, adesso, per il miracolo della legittimazione del Pd lo trattano adesso meglio di una figlia femmina. L’intercalare del cerimoniere durante la conferenza è tutto un “se ce lo concede Casalino…”, “se Rocco vuole…”.

Ebbene sì, ci volevano i CinqueStelle per far tornare il berlusconismo. Ma in forma minore. Niente buffet. Manco un bicchiere d’acqua

Da Il Fatto quotidiano del 29 dicembre 2019

15 thoughts on “Fuori un ministro, dentro due mossa degna della Dc di Fanfani

    • La prima DC, quella di Fanfani, ha fatto dell’Italia semidistrutta, in 25 anni, la 5° potenza industriale. Milioni di appartamenti per i meno abbienti col piano Ina Casa, costruito le maggiori autostrade, ecc.

  1. Quante cose ( per non usare il turpiloquio) si stampano sui giornali, spero per ignoranza. L’accorpamento tra Istruzione e Università e ricerca avvenne nel 2001, mi domando come avrebbe potuto Fanfani – morto nel 1999 – sdoppiare quello che non era ancora unito. Quanto poi al trattare Fanfani come un povero maneggione esponente della peggiore DC, nel suo V governo – 1983 – fu quello che risolse il problema della rivolta degli insegnanti della scuola ( che avevano formato la famosa Gilda, con grande scorno della Triplice sindacale altamente snobbata), in pratica esautorando il Ministro della Pubblica Istruzione dell’epoca ( Franca Falcucci), facendosi carico della questione e componendo il dissidio nel giro di tre settimane. Meglio non scriverne, quando i fatti si conoscono per sentito dire.

  2. Mi chiedo ancora,da elettrice dei 5 stelle,che cosa ci fa Casalino in quei posti,chi ce lo ha messo e che curriculum ha portato?

    • E gli altri statisti precedenti dove andavano a prendersi i portavoce? Non ce lo siamo mai chiesto prima? Tutta questa attenzione per Casalino denota una mancanza di informazione in merito cui occorre porre rimedio. Facciamo una ricerca in Internet e scopriremo le folgoranti carriere di certi giornalisti “portavoce” o presunti consulenti d’immagine di ex primi ministri o leader di partito. Faremo delle belle scoperte e, in parte, avremo delle risposte a come funziona l’informazione nei media. Poi ci risentiamo. Buona ricerca.

      • Infatti abbiamo avuto portavoce di politici,veramente impresentabili.Ma perché continuare?

  3. Rocco ha 2 lauree e parecchia esperienza in campo giornalistico, ed è anche molto intelligente che che ne dicano i suoi detrattori i quali, per prenderlo in giro, usano la sua omosessualità o la partecipazione al Grande Fratello, come se le due cose dimostrino l’inettitudine del soggetto. Naturalmente i dementi sono proprio quelli che ragionano così.

      • So che Casalino è laureato in ingegneria e so che è omosessuale ma questi non mi interessa minimamente,sono fatti suoi.Mi chiedo sempre chi è e che curriculum ha,due lauree e essere omosessuale non sono né un merito né un demerito.Vorrei sapere come è arrivato a essere portavoce dei 5 stelle.Punto

      • L’omosessualità certamente no, ma le lauree sono di per sé curriculum, ed è arrivato ad essere portavoce semplicemente lavorando e anche bene. Non è un caso, secondo me, che la comunicazione del M5S, prima delle elezioni del 2018, funzionasse molto meglio di adesso che Casalino non lavora più per il Movimento ma per il premier.

  4. Mi sfugge la logica di questo scombicchierato articolo.
    All’inizio Buttafuoco scrive che Conte ha resuscitato la DC di Fanfani e De Mita, poi,
    poche righe dopo, scrive: “… ci volevano i 5S per far tornare il berlusconismo (cit.)”
    come se le due cose fossero tra loro simili.
    Forse gli converrebbe attendere di aver smaltito le libagioni di questi giorni di festa per
    evitare di scrivere simili sciocchezze.

  5. Penso che prima di nominare Fanfani bisogna pensarci dieci volte. Non è paragonabile a nessun presidente del consiglio che l’Italia ha avuto per intelligenza politica, capacità e onestà. Per quanto riguarda Conte penso che in questo momento rappresenta il meglio di questa scadente classe politica. Qualsiasi altro è peggiore.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.