Cronaca/Editoriali/Interno/Politica

Cara Meloni, cosa ha fatto per l’Italia?

(di Luisella Costamagna – il Fatto Quotidiano) – Cara Giorgia Meloni, l’altra sera da Mario Giordano ho registrato per lei una domanda Fuori dal Coro, che diceva testualmente: “Il Times l’ha inserita tra le 20 persone che cambieranno il mondo. Per il futuro, vedremo. Ma per il passato, essendo lei in politica da un quarto di secolo, anche con ruoli importanti di governo e istituzionali – ministro, vicepresidente della Camera, deputata – com’è che, in tutto questo tempo, non dico il mondo, ma almeno un po’l’Italia non è riuscita a cambiarla?”. Nella sua risposta – al di là dell’esordio ironico “Mi vuole un gran bene Luisella Costamagna… da sempre” – ha rivendicato quanto fatto da ministro della Gioventù, “il massimo con cui mi sono potuta misurare”, “per il resto sono sempre stata all’opposizione e pure da lì qualche cosuccia sono riuscita a portarla a casa, tipo i seggiolini Salva Bebè, approvati dal Parlamento in questa legislatura”. Applausi del pubblico.

Cara Meloni, tanto tengo a lei e alla sua (ir)resistibile ascesa (FdI oltre il 10% nei sondaggi), che non posso fare a meno di sopperire alla sua umiltà ricordando che lei di cose ne ha fatte eccome. Già, perché in questi 25 anni di carriera politica, in cui ha polverizzato tutti i record di ruoli ricoperti in giovane età, non è “sempre stata all’opposizione”, anzi, è stata a lungo al governo con Berlusconi e la Lega, votando le leggi ad personam (Lodo Alfano, legittimo impedimento…), le misure economiche e fiscali che ci rendono il “paradiso” che siamo oggi, su su fino all’epocale Ruby nipote di Mubarak. Da donna avrà agito in buona fede: non in difesa di Berlusconi (certo che no!), bensì della giovane marocchina e del suo sogno di avere radici certe.

Era il 2011, di lì a poco – dopo un’estate più che sprint, spread – Berlusconi si dimise e nacque il governo Monti. E lei? Pancia a terra, da grande lavoratrice qual è, a sostenerlo e votare i provvedimenti Salva Italia cui il suo ex governo ci aveva costretti (e su cui ora lei dà battaglia): la legge Fornero, il ritorno della tassa sulla prima casa (Imu), l’abbassamento del tetto sull’uso del contante. Pure il Fondo Salva-Stati, che adesso la manda in “Bestia” sui social con Salvini, fu istituito dal governo in loden che lei (non la Lega) appoggiava. E pure sull’odiato Fiscal Compact, imposto dall’Europa matrigna, invece di dire no preferì non partecipare al voto. Su una cosa, va riconosciuto, ha tenuto il punto: il taglio dei costi della politica. Almeno dei parlamentari, visto che ha votato sì e non ha firmato per il referendum. Non si può dire altrettanto, invece, dell’abolizione delle Province: la “nuova” Meloni oggi condivide l’insofferenza popolare verso i “carrozzoni”, ma la “vecchia” votò nel 2011 contro la soppressione delle Province in Costituzione.

Cara Meloni, per tornare alla mia domanda iniziale, lei sicuramente più che “stella nascente”, come l’ha definita il Times, è “già nata”parecchi anni fa (quelli so’ inglesi e nun ricordano). Ma “stella” del firmamento della politica italiana resta comunque. Per farla brillare ancora di più in futuro, ci permettiamo solo due consigli: 1) faccia i conti col suo passato, invece di puntare sulle dimenticanze sue e degli italiani; 2) combatta anche doppi incarichi e assenteismo: c’è ad esempio una deputata, leader di partito, che non lascia la poltrona di consigliere comunale a Roma, anche se va poco sia all’Assemblea Capitolina (solo 6 sedute su 60 nel 2019) sia alla Camera (assente al 71% delle votazioni in questa legislatura, sestultima in classifica). In compenso impazza in tv. La conosce? Un cordiale saluto.

28 thoughts on “Cara Meloni, cosa ha fatto per l’Italia?

  1. Boom baby !!! Se solo gli italiani non soffrissero di amnesia profonda da informazione manipolata tutta sta gentaglia ,che da 25 anni la meloni 30 salvini ecc ecc ,non esisterebbero proprio piu nel panorama politico e ci saremmo risparmiati i loro capi berlusca ecc ecc e i capi degli altri finto sinistri prodi d alema e ecc ecc e vivremmo in un paese sicuramente migliore

  2. Finalmente qualcuno che fa uso di un po’ di memoria su quella che sembra diventata all’improvviso il prodigio d’Italia. Se la Meloni è il nuovo stiamo freschi: una che è consigliera comunale senza partecipare alle riunioni; parlamentare senza andare in parlamento; che ha votato le peggio cose di Berlusconi e perfino di Monti. “Ma mi faccia il picere…se ne vada!”.

    • Che si fa ‘ per campa’” a sbafo da 30 anni ! un giorno qui l altro là! Si è adattattata al sistema! Lezioni di vita!fatene tesoro! Poiché rende molto agiata la vita!

    • Che si fa ‘ per campa’” a sbafo da 30 anni ! un giorno qui l altro là! Si è adattattata al sistema! Lezioni di vita!fatene tesoro! Poiché rende molto agiata la vita!

  3. Voi siete la distruzione dell Italia.
    Giorgia è e sarà la prima volta che l ITALIA farà vedere che ha le Palle.
    Cosa che voi CIARLATANI GIORNALAI NON AVETE NEANCHE IL MINIMO AMOR PROPRIO.
    ANIMALS.

    • Pier: scusi ma oltre il modello epico della pelide Giorgia, ha qualcosa di sensato da dire oppure vuole proseguire con la pretesa di riempire il vuoto con l’autentico nulla. Ci rifletta e poi faccia sapere.

    • Meloni chi?

      Quella che parla di “legalità” ma da 25 anni è alleata fedele di Forza Italia, i cui fondatori:
      -Berlusconi condannato, in via definitiva, a 4 anni di reclusione frode fiscale, falso in bilancio, appropriazione indebita, creazione di fondi neri gestendo i diritti tv di Mediaset (di cui 3 condonati per effetto dell’indulto);
      -Dell’Utri condannato a più anni di reclusione per concorso esterno in associazione mafiosa, essendo stato riconosciuto mediatore tra Cosa Nostra e Berlusconi)?

      Suvvia…

    • La Meloni “DU’ PALLE” è quella che si è diplomata in un alberghiero e lo fa passare come liceo linguistico tanto per dire che si vergogna della sua provenienza, e qui mi fermo per continuare leggete l’articolo di Costamagna.

  4. Pier: si ma oltre la sua versione epica della pelide Giorgia, elenchi che diavolo ha fatto la sua santona. Se alcuni avessero quell’amor proprio di cui difettano, forse apprenderebbero che per dar senso ad una frase, occorrono argomenti e non proseguirebbero con il modello comunicativo ” meloniano” basato sul tifo da stadio che vorrebbe riempire il vuoto col nulla. Questa non è una partita di calcio signore, si tratta di politica e lei, senza offesa e se si offende chi se ne frega, non ci capisce niente.

    • Che ne aveste composte qualcuna in questi anni. Di argomentazioni parlate voi che siete diventati la vergogna della vera sinistra intellettuale di un tempo. Argomentare, è per voi solo e solamente lanciare slogan e accontentarsi di intonare qualche canzoncina. Siete patetici, ma questo non può fare altro che far comodo a una destra che viaggia per inerzia raccogliendo quell’insoddisfazione che la vostra IPOCRISIA continua a proliferare.

  5. Lucapas, il Times appartiene ad una società di proprietà di Rupert Murdoch, magnate dell’editoria che un paio di anni fa, strinse un accordo, relativo alla piattaforma Mediaset Premium, con Berlusconi. Essendo a capo di una vasta attività imprenditoriale è in grado di influenzare la politica tramite i suoi media, in una collusione gravemente dannosa per la democrazia.

    • Raffaella continua….
      FOX NEWS non vi dice niente? News of the world ha dovuto chiudere in Gran Bretagna per lo scandalo e le nefandezze che faceva e scriveva..e gli idioti credono che IL TIMES sia la Bibbia del giornalismo, certo…per gli idioti che lo riportano ma che non sanno leggerlo.

  6. La Meloni dice spesso cose apprezzabili, ( sono solo parole, as usual peccato ! Poteva fare meglio… rimandata a Settembre dell anno che forse …

  7. Meloni parla di “legalità” ma… da 20 anni è alleata fedele (con Salvini) di Fi:

    i cui fondatori:
    -Berlusconi, condannato in via definitiva a 4 anni di reclusione frode fiscale, falso in bilancio, appropriazione indebita, creazione di fondi neri gestendo i diritti tv di Mediaset;
    -Dell’Utri, condannato a più anni di reclusione per concorso esterno in associazione mafiosa, essendo stato riconosciuto mediatore tra Cosa Nostra e Silvio Berlusconi.

    Inoltre la signorina Meloni ulula contro l’Ue ma… ha votato trattati e accordi di Lisbona e Dublino, si dice contro l’austerità ma ha votato la fiducia a Monti e votato la Fornero…
    senza parlare dei vari voti per scudi fiscali e condoni vari… oltre ad avere votato per Ruby nipote di Mubarak.
    Suvvia…

  8. In un mondo serio la Luisella farebbe la commessa ai grandi magazzini, in un mondo di beoti grillini scrive cazzate, va in televisione a dire cazzate, pensa cazzate H24 ed è riverita dai suddetti beoti, che sbrodolano quando Ella, produce cazzate.
    In perfetta sintonia con il compagno di merende Luchetto Telese, altro genio del giornalismo italiano, che sempre in un mondo serio sarebbe stato, al massimo, giornalaio.
    Ma il nostro non è un mondo serio e men che meno è un paese serio, altrimenti non avrebbe permesso al peggio della politica passata, presente e futura di trovare spazio, andare in parlamento e governare insieme alla deboscia piddina.
    È una lotta tra titani tra chi sia peggiore ed infatti, come tutti gli inetti ed i mediocri che si detestano ma poi fanno comunella, si sono uniti in un osceno abbraccio, che sta costando sangue e lacrime agli italiani perbene.
    Si, esistono gli italiani perbene, per fortuna grillini e piddini sono una minoranza che si estinguera’ a stretto giro.
    Resteranno gli idioti che li hanno votati ma è noto che la mamma dei cretini è sempre incinta!
    Si consoleranno presto, da buoni idioti, ci metteranno poco a dimenticare!

    • In un paese serio la Meloni cosa sarebbe? E perché secondo lei gli italiani perbene votano Meloni (o Salvini?) Perché gli italiani perbene non sono quelli schifati, che non votano più nessuno?

      • Si vede che non ha mai letto le cose che scrivo.
        Io non voto mai, ma considero il PD il male assoluto ed i 5s,gli utili idioti al seguito, come i democristi stavano al seguito del PCI.
        Si è visto poi, come sono stati fatti fuori, lo stesso accadrà per i grillini.

      • Infatti è la prima volta che seguo un link alla sua pagina.
        È comunque chiaro, che neppure io voto (mai in 36 anni).
        Anche io come lei faccio la graduatoria su chi è più schifoso, ma non riesco a decidere tra FI (con la scia costituita da Lega, FdI) o PD. Nel gruppo comunque non ci metto M5S, che come lei vedo come “obbligati all’idiozia” da una mente mediocre.

        Non so se anche lei sull’astensione ci ha fatto filosofia …
        Ma detto in una sola frase: Andare a votare dimostra che si è affetti da Sindrome di Stoccolma, e non aver capito quali sono i requisiti e le premesse della democrazia.
        Lei è estremista fino allo stesso livello? 🙂
        Buona Domenica!

  9. pfui. lungi da me difendere una persona che fra le altre cose dice che i poveri o i disoccupati in realta’ non sono poveri o disoccupati ma stanno volontariamente sul divano, la meloni al governo non c’e’ mai realmente stata, quantomeno con un minimo di potere decisionale. senza dubbio se ci andra’ fara’ parecchie cose che mi farebbero vomitare, ma articolo abbastanza incomprensibile e inutile

  10. @Di Bella.
    Infatti, capisco che essendo la prima volta, non può sapere che io sono ancora più estremista di lei.
    Da sempre mi astengo e non con scheda bianca, che considero una vigliaccata, ma non recandomi al seggio.
    Non si tratta solo di refrattarieta’ alla politica, ma sopratutto è una questione filosofica.
    Non penso che uno valga uno, ritengo che ogni voto abbia un peso specifico diverso e che non si possa accomunare tutti in un unico calderone.
    Peraltro, concezioni a parte e rientrando nel piano dell’intolleranza verso la classe politica, è pure totalmente inutile scegliere una coalizione piuttosto che un’altra.
    Abbiamo visto come finisce sempre, stante pure la predominanza dei poteri forti che fanno il bello ed il cattivo tempo.
    Il vero potere è gestito dalla Magistratura, Corte Costituzionale, Corte dei Conti, Stampa, Banche ecc. ecc.
    A questo si aggiunga un PdR, sempre eletto dalla sx, che tiene bordone a questo schieramento.
    Ecco spiegato, perché si stanno affannano, tra le altre cose, a tenere in piedi questo osceno governo.
    Per eleggere l’ennesimo burattino da manovrare a piacimento, probabilmente l’ineffabile Mortadella, già causa di danni enormi per il Paese.
    Queste cose le scrivo da anni, anche su altri blog, in questo anche come Nemesi. basta andare a rileggere. Saluti

Rispondi a massimiliano68 Cancella risposta

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.