Cronaca/Editoriali/Interno/Politica

L’arbitro che diventa goleador

(di Gaetano Pedullà – lanotiziagiornale.it) – Ci mancava l’arbitro che si finge super partes e poi fa gol nella porta avversaria. Il voto decisivo della presidente del Senato Casellati sulla vicenda Gregoretti segna un altro cedimento delle nostre istituzioni alle logiche politiche di parte, in un contesto in cui persino la Corte costituzionale è attaccata violentemente da Salvini per aver bocciato il referendum con cui la Lega voleva cucirsi addosso un sistema elettorale su misura. Queste due sberle – il voto di lunedì prossimo per autorizzare il processo all’ex ministro dell’Interno e lo stop della Consulta alla formazione del prossimo Parlamento con il solo sistema maggioritario – secondo alcuni sono un autogol per Cinque Stelle e Pd, in quanto favoriranno il “Capitano” alle prossime Regionali, facendone una vittima della guerra tra élite e popolo, parrucconi a guardia dello status quo da un lato e l’unico esponente politico che difende i sacri confini dallo straniero, dall’altro.

Certo, la propaganda leghista non si farà sfuggire l’occasione, mistificando la realtà come ha appena fatto strumentalizzando il titolo di un’intervista in prima pagina di Repubblica. Ma di fronte a queste frottole cosa dovrebbe fare l’opposizione alla destra più becera di sempre? Non andare lunedì in aula al Senato e così salvare un’altra volta il capo del Carroccio dal processo? Oppure smetterla col denunciarne le sortite autoritarie, le balle sulle tasse che non può tagliare, le reticenze sui rapporti opachi in Russia, le giravolte come quella sul taglio dei parlamentari e tutto il resto, solo perché il fallimento dell’antiberlusconismo giudiziario e viscerale ha dimostrato che così si fortifica l’avversario?

Chi la pensa così fa poco affidamento sulla capacità degli italiani di capire cosa ci sta succedendo attorno, per quanto sotto l’effetto distorsivo di un’informazione sfacciatamente faziosa a favore del Centrodestra, nei giornali di riferimento e soprattutto nelle trasmissioni e nei tg Rai occupati dai leghisti e in tutte le reti Mediaset. D’altra parte, l’alternativa è arrendersi, e rassegnarsi alla retorica bugiarda dei Cinque Stelle poltronari e del Governo delle tasse. Salvini vincerà lo stesso? Pazienza, ma non c’è onore nell’arrendersi senza combattere.

9 thoughts on “L’arbitro che diventa goleador

    • Eh già! Ma prima o poi ci arriverà. Grazie al Conte 2 e alle anime variegate e contrapposte che lo tengono insieme (per ora)…

  1. e cosa c’era da aspettarsi da UNA che ha giurato in parlamento che Karima El Mahroug “Ruby Rubacuori” era la nipote di Mubarak? Mi meraviglio solo che qualcuno abbia pensato veramente che non fosse una fanatica ASSOLUTAMENTE di parte. Pore stelle ingenue.

      • Il tuo Cazzaro, toccava a lui dire un nome dopo la presidenza della camera, e i grillini l’hanno votata compatti, mal gliene incolse.

  2. Quale essere umano briga per la propria distruzione, per il proprio impoverimento, per la propria ignoranza? Nessuno. Ergo non sono esseri umani. E allora stabiliamo la loro inferiorità al genere umano per legge. Ripristiniamo la schiavitù e disponiamone come vogliamo. Tanto sono meno che bestie.

    • Ripristiniamo anche le camere a gas è così abbiamo chiuso il cerchio. (Non c’è mai limite all’imbeccilita’)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.