Cronaca/Editoriali/Interno/Politica

Il servilismo dei media condizionato dal conflitto di interessi di certa editoria

(Paolo Caruso) – Ancora una volta i media servili sempre al potere dei partiti tradizionali con argomenti che esulano dalla logica normale delle cose e dal buon senso, in riferimento alla manifestazione dei pentastellati tenutasi a Roma in piazza Santissimi Apostoli, hanno focalizzato l’attenzione non sui veri motivi portati avanti dai 5S (lotta al ripristino dei vitalizi, ecc..) ma sul fatto che la scelta di una piazza più piccola rispetto a quella di San Giovanni sarebbe stata legata alla facilità del suo riempimento, così da apparire affollatissima all’occhio indiscreto delle telecamere e dei cronisti, oppure millantando senza alcun fondamento la borghesizzazione dei rappresentanti del movimento 5S solo per l’arrivo del ministro in auto blu con tanto di autista e scorta. L’indottrinamento e l’asservimento di certa stampa, l’assoluta marginalità a volte dei contenuti, associata spesso a vera e propria disinformazione, fanno si che la disaffezione dei lettori utenti ha raggiunto nel corso degli anni livelli elevati con la conseguente marcata riduzione della vendita dei giornali, con una crisi ormai irreversibile dell’ editoria che resta in vita solo grazie alle elargizioni non disinteressate di certa politica, come accade del resto ad un malato terminale che stando attaccato alla bombola di ossigeno con il suo flusso continuo riesce a sopravvivere.

E’ tempo di cambiare rotta e rivedere tutto il campo dell’ editoria e dell’ informazione; informazione (carta stampata,radiotelevisiva, ecc..) che deve essere veramente libera, al servizio dei cittadini e non condizionata dalle lobby, dai potentati, o da logiche di partito.

Tali condizioni sono ormai così radicati nella società che pochi riflettono su quanto è accaduto nel mondo dell’informazione. La verità è quella che ci propinano i media? O è soltanto la punta dell’iceberg oppure non esiste?
I lettori sono drammaticamente frastornati da una miriade d’informazioni, spesso in contraddizione, rispetto alla verità che nessuno osa dichiarare. Mi chiedo se alcune notizie spesso pubblicate su FB siano lo specchio della verità o anch’esse manipolate. La crisi della stampa con la sua scarsa libertà di espressione pare arrivata ad un punto di non ritorno e occupa a livello internazionale il settantesimo posto della apposita classifica. A quando quindi la riforma dell’editoria con i suoi marchiani conflitti di interessi?

10 thoughts on “Il servilismo dei media condizionato dal conflitto di interessi di certa editoria

  1. Nel testo si legge “lotta al ripristino dei vitalizi, ecc..”;

    perché non spiegare correttamente che i vitalizi sono stati aboliti nel 2011;
    mentre i 5S era in piazza contro la Commissione (nominata dalla Casellati, presidente del Senato) che sta vagliando la questione dei vitalizi degli eletti antecedenti al 2012: ovvero il ricalcolo con il sistema contributivo; sistema con cui alcuni hanno avuto ridotto l’emolumento, per altri è aumentato, per altri ancora non è cambiato alcunché…

    Forse perché la Casellati è stata eletta da M5S. Lega, Fi e Fdi?

    • E’ da tre giorni interi che rompi l’anima a tutti con questo tuo ossessivo mettere i puntini sulle “i”, copincollando sempre lo stesso commento: abbiamo capito, hai ragione, erano in piazza contro l’abolizione del ricalcolo dei vitalizi e non contro l’abolizione tout court.

      Grazie per la precisazione. Adesso, dopo tanto sfoggio di pignoleria, con la calma e la cortesia che da sempre ti contraddistinguono, possiamo parlare anche del nocciolo della questione, o ti sei preparato solo sulla forma, ma del contenuto non te ne importa granchè?

      Ovvero: ci fai sapere, una volta per tutte, se tu sei favorevole o contrario ai vitalizi? Non ai 5stelle, non alla Casellati, non a chi l’ha nominata come quando e perchè, non al ricalcolo dei vitalizi, ma ai soli vitalizi: dopo due giorni di precisazioni, nonostante una gentile richiesta diretta, ancora nessuno ha avuto il piacere di sapere se Maurice1 è favorevole o contrario ai vitalizi.

      Per renderti la cosa più facile, ti do’ il permesso di copincollarlo dal mio commento, dato che questa pare essere l’unica tua forma di espressione:

      1. Sono favorevole ai vitalizi.

      2. Sono contrario ai vitalizi.

      • Povero Paese…

        Ripeto ancora una volta: dopo la decisione sull’abolizione dei vitalizi dei parlamentari, si stava discutendo su quelli a livello regionale;
        ebbene, sia nel 2011 che nel 2012 la ‘Federazione della Sinistra’ (Rifondazione e altri) propose un referendum per abolire i vitalizi sia dei consiglieri regionali nel Lazio che in altre regioni!
        Io c’ero… Lei e i vari casaleggiani, leghisti vari ecc… dove eravate?

        Povera Italia…

      • Va bene, tutto vero e tutto giusto. Ma io ti ho fatto una domanda ben precisa, e tu continui a parlar d’altro.

        Te la ripeto, per l’ultima volta: TU sei favorevole o contrario ai vitalizi?

        Se preferisci continuare a non rispondere, fai pure, tanto lo fai sempre, ma sappi che, continuando così, l’impressione (lecita, a questo punto) è che tu sia sì contrario, ma solamente ai 5stelle e a qualunque cosa facciano, e che dei vitalizi non te ne possa fregar di meno, sono solo l’utile pretesto del momento per metterli ancora una volta in cattiva luce. Contento te…

    • Caro Maurice non mettere sempre i puntini sulle i perche tutti siamo informati e alla lunga ci si stanca. Sappiamo bene che sono i vitalizi che provano a tornare, o meglio che c’è una casta di irriducibili che con quasi 2000 ricorsi presentati alla Camera e al Senato vuole tornare a godere di pensioni super dorate a spese dei cittadini. Addirittura hanno provato a forzare la mano nel tribunale interno al Senato che deve giudicare sui ricorsi. Spero che così ti sia maggiormente chiaro a cosa serviva la manifestazione di piazza del movimento 5S. Paolo Caruso

      • Lei ha difficoltà con la lingua italiana oppure cerca di prendere in giro la gente?

        Lei ha scritto: “Sappiamo bene che sono i vitalizi che provano a tornare…”.

        Notizia errata, ripeto: i vitalizi sono stato ABOLITI nel 2011.
        La questione riguarda solo il ricalcolo con il sistema contributivo dei parlamentari prima del 2012!!!

      • G.B. Shaw: “Mai discutere con un imbecille: ti trascina al suo livello e poi ti batte con l’esperienza.”
        Ricordalo la prossima volta che ti imbatterai in uno di loro!

  2. Siamo in 2 !a casa tutti ! Poi si vede che fare ? Nemmeno una bomba sul parlamento e senato ( come in una famosa serie )servirebbe : poiché sono troppi a disertare il parlamento e si salverebbero sempre i più furbi ! Se gli italiani fossero più furbi potrebbero organizzare una bella ghigliottina! Ma che lo dico a fa’? !era solo un sogno !

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.