Cronaca/Editoriali/Interno/Politica

Salvini rompe ma i cocci sono degli altri

(Roberta Labonia) – A scanso equivoci premetto che rispetto al fenomeno migratorio sono del tutto in linea con la visione del Movimento 5 Stelle. Ho condannato a suo tempo la disastrosa, quasi criminale, politica dei porti aperti della sinistra, così come ho sempre ritenuto insana, fine a se stessa e del tutto inadeguata, la logica dei porti chiusi salviniana, funzionale solamente alla tifoseria leghista di bocca buona e alla smania di protagonismo del padano

Per me la strada giusta è quella intrapresa da Conte e Di Maio, entrambi si stanno battendo, e con ottimi risultati, nel coinvolgere l’intera UE nelle politiche di redistribuzione. Nel chiudere accordi sui rimpatri. E nel favorire convergenze europee e internazionali per un cessate il fuoco in terra libica.

Detto questo ricevo da più parti richieste di chiarimento circa la notizia, fatta circolare ad arte in questi giorni dalla propaganda made in centrodestra, secondo la quale Giuseppe Conte avrebbe aumentato di nuovo a 35 euro i rimborsi per la gestione dei migranti.

Urge fare chiarezza:

– è vero che i 19 euro previsti dai decreti Salvini sono stati aumentati, a seconda delle dimensioni del centro accoglienza, fino ad un massimo di 22-23 euro. Quindi parliamo di un aumento max di 3-4 euro/migrante, nessun ritorno ai 35 euro.
– Tale decisione, assunta dal Ministero degli Interni a guida Lamorgese con emanazione di una apposita circolare, si era resa necessaria su sollecitazione dei Prefetti (pensate anche di quelli di aree a conduzione Lega!), per scongiurare il collasso del sistema d’accoglienza.
– il sistema, per effetto dei decreti sicurezza, era entrato in crisi non perché fosse aumentato il flusso dei migranti, bensì perché i bandi per la gestione dei servizi ai migranti stavano andando tutti deserti. In pratica i 19 euro previsti da Salvini (di cui 2,50 come era in passato, al migrante), non erano sufficienti per coprire i costi vivi del servizio e i soggetti privati non avevano più interesse a gestirlo.
-i centri, ad uno ad uno, stavano chiudendo e le prefetture si vedevano costrette a spostare i migranti da una città all’altra, sopportando anche problemi di ordine pubblico.

Questa è la verità. Il resto è “effetto Salvini”. Uno che quando ha avuto l’occasione di governare il Paese non l’ha fatto perché impegnato nella sua perenne propaganda. Ovvero, in quelle rarissime volte in cui ha avuto la pretesa di governare, l’ha fatto male. Non decidendo con l’equilibrio che si richiede ad un uomo delle Istituzioni, bensi guardando all’effetto “annuncio” e alla propaganda fine a se stessa.

Salvini, uno che i problemi non li ha risolti, come quello dei rimpatri del resto, e che quando ha capito di non riuscire a risolverli se ne è andato via portandosi via il pallone.

L’onere di raccogliere i cocci del suo operato è toccato ad altri.

5 thoughts on “Salvini rompe ma i cocci sono degli altri

  1. Correzione: Salvini ha sempre saputo di non poter risolvere i problemi sull’immigrazione, ma se si lavora solo per la campagna elettorale questo non è un problema, anzi è lo scopo unico. Del resto se l’immigrazione fosse risolta, non ci sarebbe bisogno di chi dice di volerla risolvere, lo dimostra il fatto che i rimpatri intacchino (solo in parte), il consenso della Lega. Ma non è questo che ha fatto portare via la palla a Salvini, il nodo rimane sempre la giustizia, non puoi essere leader del centro-destra senza curare i problemi di tutta quella massa di impuniti.

  2. Grande Roberta, per chi conosce i fatti rimane praticamente impossibile dare fiducia ad un ca22aro come Salvini che ha dimostrato di non essere all’altezza.

  3. Pingback: Salvini rompe ma i cocci sono degli altri – ScrilLog

  4. Condivido pienamente ciò che lei dice, Salvini si è dimostrato il solito spaccone, chiacchierone inconcludente.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.