Cronaca/Interno/Politica

Coronavirus: a che titolo Salvini entra nella Sala Operativa della Regione?

(lettera43.it) – Matteo Salvini non ha fatto mancare la sua presenza al Palazzo della Regione Lombardia alla conferenza stampa convocata per fare il punto sui contagi da coronavirus. Il leader della Lega ha assistito al punto da spettatore e a conferenza terminata ha dichiarato che sarebbe andato «in Sala Operativa». Non è chiaro a fare cosa se non a diminuire lo spazio nella sala, considerato che non ha alcuna carica nel governo né nella Regione. Il fatto di essere il leader del partito più votato della coalizione di centrodestra che ha portato alla presidenza Attilio Fontana, di per sé, non basta a giustificare la sua presenza all’interno di uno spazio prettamente istituzionale.

LE ACCUSE DI SCIACALLAGGIO

«Non vorrei le polemiche, non penso ai barconi e ai barchini, ma penso ai controlli su chiunque entra ed esce dall’Italia ed evidentemente qualcosa non funziona», ha detto in mattinata commentando i casi di coronavirus in Lombardia, a margine di una visita nel bolognese. Il Capitano è tornato al centro della polemica per la questione del coronavirus, accusato dagli avversari di «sciacallaggio» sull’emergenza per scopi personali. «Siamo di fronte all’ennesimo vergognoso sciacallaggio, di cui non si sentiva alcun bisogno. L’Italia ha preso le maggiori contromisure, a livello europeo, bloccando da subito tutti i voli dalla Cina», ha scritto su Facebook il deputato del Partito democratico Ubaldo Pagano.

LA POLEMICA CON ROSSI

«Presentiamo un esposto denuncia contro il presidente della Toscana Rossi, che non facendo tutti i controlli necessari su chi rientra dalla Cina, mette a rischio la salute dei cittadini toscani, e accusa chi lo critica, scienziati e medici compresi, di essere un “fascioleghista“», ha annunciato Salvini in un post.

🔴BASTA! Anche dopo le tante segnalazioni ricevute da voi, abbiamo deciso di denunciare il presidente della Toscana (PD).

Visualizza l'immagine su Twitter

Da giorni l’ex ministro dell’Interno accusa Rossi (Pd) di una gestione incauta della crisi, ma sembra dimenticare che i primi casi di coronavirus si sono presentati in Lombardia e non in Toscana. Il leader della Lega cavalca una discussione tra Rossi e il virologo del San Raffaele di Milano Roberto Burioni, il quale aveva chiesto che le persone provenienti dalla Cina venissero poste in quarantena automaticamente. Una misura che, come fatto sapere dalla assessora alla Sanità della Regione Toscana, deve essere presa dal governo e non dall’ente locale. Il 21 febbraio il Ministero della Salute ha effettivamente emanato un’ordinanza per la quarantena “fiduciaria”, cioè su base volontaria, per chi torna da un viaggio in Cina negli ultimi 14 giorni e “sorveglianza attiva” per chi è stato nelle aree a rischio. Una precauzione che la Regione, nei giorni della polemica, non poteva prendere in autonomia.

5 thoughts on “Coronavirus: a che titolo Salvini entra nella Sala Operativa della Regione?

  1. Questi non hanno manco il pudore di star zitti: da Gennaio gli infettivologi chiedono di chiudere le frontiere, ma i servi al governo sono rimasti con i vecchi ordini, non ne hanno ricevuti di nuovi e continuano con porti ed aeroporti aperti.
    Questi confidano che il corona virus sia come l’immigrazione-invasione afroislamica, che sia sufficiente la censura per tenere tutto “tranquillo”, al limite si piglia un po’ per il c… il proprio elettorato dando la colpa a Salvini e raccontando un po’ di menzogne su quanto il governo sia stato efficiente.
    L’immunologo Roberto Burioni, preoccupato dell’assenza di prevenzione e di consapevolezza in chi ci governa, dichiara:“Spero che i politici lo capiscano, perché le conseguenze di un errore sarebbero irreparabili”
    Chi vive “sperando” muore cag@###
    Questi politici NON capiscono una mazza, hanno nella loro testaccia vuota solo l’avversario di “poltrona” Salvini e/o Renzi, il problema di una pestilenza contagiosissima, va oltre le limitate capacità delle loro limitatissime menti, sono solo dei burattini senza cervello: se non prendono ordini dai loro padroni, rimangono inerti come delle bambole rotte.

  2. Quanta confusione e disinformazione..le frontiere .. i cinesi… i controlli…Prato e la Toscana…gli imbecilli che hanno un account e straparlano da ubriachi.
    Eppoi è un italiano che vive nella controllattissima e leghissima Lombardia che importa il virus. Complimenti alla sanità di eccellenza lombarda e tra poco veneta.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.